Tu sei qui

SBK, Laverty: ho vinto contro la sfortuna

Eugene domina dopo il flop di Gara 1: "sono ancora in corsa per il titolo"

Gara 2 è servita a Eugene Laverty a togliersi di dosso la delusione della prima manche. Il nordirlandese oggi poteva togliersi la soddisfazione di agguantare una doppietta, ma la sua Aprilia ha deciso per lui e un inconveniente meccanico lo ha costretto ad alzare bandiera bianca. Gli rimane comunque la soddisfazione di lasciare il Portogallo con in tasca il quarto successo stagionale, più di quanto fatto da ogni altro pilota. “E’ bello sapere che si è forti, conferisce una grande fiducia” il suo commento.

Purtroppo lo zero della prima manche pesa in classifica e ora Eugen paga 39 punti dal compagno di squadra Guintoli. “Quest’anno Gara1 sembra stregata per noi, specialmente su piste come questa ed Aragon dove avevo il passo per centrare la doppietta - ricorda il pilota Aprilia, che però ha dimostrato ancora una volta di non lasciarsi piegare dalle difficoltà - Non è nel mio carattere lamentarmi, l’importante è partire sempre con il massimo obiettivo e, quando la sfortuna ci mette del suo, rispondere colpo su colpo”.

Laverty ha mostrato ancora una volta velocità e una maturazione che lo mette di diritto fra i favoriti per il titolo, il colpo a vuoto di Sykes lo ha aiutato a non perdere troppo terreno, ma deve vedersela con la costanza di Sylvain. Con ancora nove appuntamenti alla fine del campionato, e 450 punti da assegnare, Eugene non è certo fuori dai giochi iridati. “Ho cercato fortemente questa vittoria, e mi è piaciuto ottenerla dominando dal primo all’ultimo giro – sottolinea la sua gara pressoché perfetta -  Sono in corsa nel Mondiale anche con qualche zero di troppo, stiamo comunque crescendo gara dopo gara e guardo con fiducia ai prossimi appuntamenti”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti