Tu sei qui

News Prodotto, A Barrier gara e testa del campionato

STK: secondo posto in volata per La Marra su Guarnoni, 5° Canepa

Dopo lo zero di Monza, Barrier ha fatto sua la gara di Portimao attuando una tattica perfetta. Partito in testa, è riuscito a rispondere a Savadori subito quando è stato attaccato e poi ha saputo approfittare dell’errore dell’avversario. Il campione in carica si è riportato così in testa alla classifica generale. Con un secondo posto al photofinish La Marra non ha comunque perso troppo terreno in campionato e coi suoi 69 punti è solo a uno da Barrier.  “Ho sofferto un po’ di problemi di grip – ha detto l’italiano ai microfoni di Italia 2 – e non mi aspettavo che Guarnoni fosse così vicino sul traguardo".

Anche il quinto posto di Canepa è utile alla classifica e Niccolò adesso è terzo a 63 punti.

LA GARA – Barrier nonostante una piccola incertezza alla luce verde riesce a sfruttare la pole per girare per in testa alla prima curva. Alle spalle Guarnoni, Savadori e La Marra, buona partenza anche per Canepa che si porta al settimo posto. I primi quattro impongono il ritmo e guadagnano subito sugli inseguitori decimi importanti, mentre Canapa inizia la sua rimonta e al terzo giro è sesto.

Alla prima curva del quinto giro, Lorenzo Savadori attacca Barrier e si porta al comando. Lanusse, quinto paga quasi già due secondi di svantaggio. La sesto giro il francese della BMW si riprende la testa, mentre La Marra si mette in scia a Savadori che purtroppo perde l’anteriore e finisce la sua gara nelle vie di fuga.

Barrier approfitta dell’uscita di scena del suo avversario più temibile per spingere ancora più a fondo e incominciare ad allontanarsi da La Marra e Guarnoni. Gli inseguitori non riescono a rispondere ai tempi di Sylvain e non rimane loro che giocarsi la piazza di onore, mentre Canepa è ancora sesto, nei primi dieci anche Andreozzi e Massei.

Al 10° giro, scivola Lanusse, in quel momento quinto. Barrier continua la sua gara solitaria, mentre Guarnoni non molla La Marra. Eddie è bravo a  chiudere tutte le porte nell’ultimo giro, Guarnoni lo affianca sul traguardo, ma per 27 millesimi il secondo gradino del podio è dell’italiano. Quarto Mercado, quinto Canepa, sesto Lussiana e settimo Andreozzi. Nella zona punti anche Bussolotti (9°) e Massei 10°.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti