Tu sei qui

Test Moto2: acuto tardivo di Espargaró

Sotto il tempo della pole, ma è a - 47 in campionato. Attardati gli italiani

Non sazia del fine settimana di gara, la Moto2 si è fermata al Mugello per una giornata di test. Nessuna grande novità tecnica da provare per piloti e team – il regolamento non lascia molto spazio all'inventiva – ma solo lavori di rifinitura in vista del GP di Barcellona, che tra due settimane marcherà la fine del primo terzo della stagione.

A prendersi gli onori del cronometro è stato Pol Espargaró, solo quarto in gara ma capace di staccare un 1'52.717 che va a ritoccare leggermente la pole position del capo-classifica Redding (1'52.958 sabato scorso, 1'53.880 oggi con il nono tempo assoluto) nonostante la pioggia caduta ad intermittenza sul tracciato. Lo spagnolo, agonisticamente parlando, rimane un enigma: dato per favorito indiscusso dopo aver dominato i test invernali, ha finora collezionato poco più della metà dei punti di Redding (54 contro 101), mancando il podio in tre gare sulle cinque finora disputate, forse anche distratto dal gossip che lo dà in MotoGP con Yamaha Tech3 il prossimo anno e dall'inaspettata competitività del compagno Rabat (oggi terzo a + 0.418).

Per il resto, poche sorprese ai piani alti della classifica dei tempi. Nakagami, sempre veloce ma ancora non all'altezza dei primi della classe in gara, è stato l'unico insieme ad Espargaró ad abbattere il muro dell'1'53, staccato di 0.130. Il giapponese è stato l'unico tra i primi a migliorarsi nella sessione pomeridiana. In quarta posizione (+ 0.588), Torres è il primo pilota su Suter davanti a Zarco, Pons, Simeon, Simon.

Oltre il secondo di distacco Redding e Terol, rispettivamente nono e decimo, mentre gli italiani sono stati relegati fuori dalla Top 15. In sedicesima posizione, Simone Corsi (+ 1.469), già il migliore in gara con un settimo posto, ha preceduto Mattia Pasini nonostante una caduta gli abbia permesso di percorrere poco più di dieci giri. Diciannovesimo Alex De Angelis (+ 1.716).

Domani la classe intermedia lascerà il posto alla Moto3. I tempi:

Articoli che potrebbero interessarti