Tu sei qui

News Prodotto, SBK: Portimao "gentile" sulle gomme

Pirelli porta mescole morbide o medie. Chi la spunterà ad un terzo della stagione?

Il sesto appuntamento del calendario del campionato Superbike è in programma questo fine settimana a Portimao. Il tracciato portoghese, da sempre teatro di gare combattute e imprevedibili, ospiterà per la sesta volta le derivate di serie (e per la prima volta a giugno), con le gomme a fare ancora una volta da ago della bilancia in un campionato quantomai incerto.

Tom Sykes ha dimostrato di non aver nulla di invidiare alla coppia di piloti ufficiali Aprilia, mentre Marco Melandri e Chaz Davies sono costretti ad una prestazione maiuscola per non perdere il treno per il titolo. Da non sottovalutare le possibili "mine vaganti", con Giugliano, Baz e Cluzel in cerca di un podio. E Ducati? Riuscirà la Panigale a risorgere sul tracciato portoghese?

Per l'occasione, Pirelli porterà mescole generalmente morbide, vista la natura scarsamente abrasiva dell'asfalto.

Al posteriore, oltre alla SC0 di gamma, i piloti avranno a disposizione una nuova versione a pari mescola (S502) che presenta una resistenza termica e una stabilità al calore superiori. In caso di problemi di durata, saranno disponibili anche due versioni della SC1, leggermente più dure per migliorare la resistenza termica e la dissipazione di calore, e già adottate a Philip Island e Monza.

Stesso discorso per l'anteriore, sollecitato costantemente da forti staccate: alle SC1 e SC2 di gamma si aggiungono altre due varianti di mescola in ordine di solidità crescente, per gli "staccatori" più violenti.

Il circuito: lungo 4592 metri con 9 curve a destra e 6 a sinistra, una pendenza massima di 57 metri e raggi di curva che vanno da un minimo di 23 metri ad un massimo di 207 metri. Il rettilineo d’arrivo ha una lunghezza di 835 metri e chi si trova in pole position parte dal lato destro della pista.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti