Tu sei qui

Il casco: una tartaruga per la lepre

FOTO E VIDEO Al Mugello Valentino Rossi ha sfoggiato la nuova grafica celebrativa

Iscriviti al nostro canale YouTube

Non c’è Gran Premio di Italia senza un casco con una livrea dedicata all’appuntamento di casa e anche quest’anno Valentino Rossi ha rispettato la tradizione. Il Dottore ha scelto questa volta uno dei simboli a lui più cari: la tartaruga, che ha anche tatuata sul corpo. Due grandi occhi sopra la visiera e il guscio verde a coprire la testa. Come sempre non manca un pizzico di ironia, perché la testuggine non è certo famosa per la sua velocità e anche Valentino negli ultimi tempi ne ha condiviso l’antipatica caratteristica.

Infatti sul lato ecco un pilota dall’immancabile tuta gialla che ne rincorre altri tre che stanno scappando: sono Pedrosa, Marquez e Lorenzo, identificati con i colori blu, arancione e rosso. Dietro i due fidati bulldog Cesare e Cecilia, che si adeguano al padrone sfoggiando anche loro un guscio sulle spalle. Come sempre la grafica è stata realizzata dal fidato Aldo Drudi.

Il simbolo della tartaruga non è nuovo nel mondo delle corse, il grande Tazio Nuvolari aveva lo stesso animale come portafortuna ed era stato Gabriele D’Annunzio a regalargli un oggetto che lo raffigurava, con una dedica speciale: “l’animale più lento all’uomo più veloce”. A volte la storia si ripete.

GUARDA IL VIDEO

 

 

Articoli che potrebbero interessarti