Tu sei qui

Rovelli: "In SBK con la MV nel 2015"

Quando sarà pronta la nuova F4 Il team ParkinGO potrebbe salire di categoria

Il Campionato Mondiale Supersport è solo alla sua quinta prova ma è certo che le prestazioni della MV Agusta al debutto nella categoria, quest'anno, sono interessanti.

Sia Roberto Rolfo sia Christian Iddon hanno messo in luce - pur con comprensibili alti e bassi dovuti alla gioventù della moto - le doti della F3 675.

Artefice di questa impresa è Giuliano Rovelli che, insieme al fratello Paolo, ha creato la realtà del team ParkinGO (per parlare solo di ambiente motociclistico).

"Sono molto soddisfatto - ci ha detto l'imprenditore lombardo - perché abbiamo dimostrato che tutte le sfide non sono impossibili, basta lavorarci con attenzione".

Già perché il team aveva già lanciato la sfida della Triumph e quella successiva del "recupero" delle Yamaha che erano state ferme un anno. Poi la scelta MV Agusta.

"E' un progetto più avanzato rispetto a quello della Triumph. E' però una impresa difficile e sappiamo solo noi del team quanto lavoro c'è".

- Anche i piloti stanno facendo la loro parte..

Roberto Rolfo"Devo grazie a Roberto Rolfo. Mi prendo il merito di averlo scelto anche contro il parere di molti. Roberto ha dimostrato che non è certo bollito. Lo si è visto dai sorpassi e dalle staccatone che lo hanno portato dal 16° al 3° posto fino ad arrivare a mettere in difficoltà Sofuoglu. Rolfo è un grande collaudatore e un gran pilota.

Iddon sinora è stato sfortunato: avrebbe potuto fare più di quello che ha ottenuto".

- Supportati anche da una buona squadra...

"Rispetto alla squadra che portava in pista le Triumph è completamente nuova. Abbiamo gente molto esperta nel racing. Persone professionali che vengono da team ufficiali SBK che a causa della crisi economica che non avevano trovato posto quando ho deciso di lanciare la sfida con la MV Agusta. Il mio lavoro è stato, poi, di mettere le persone nelle condizioni ideali per lavorare".

- A proposito di lavoro come è ripartito tra voi e la MV?

Scassa sulla MV Superbike"Il nostro lavoro è totale su tutta la moto. La MV è un'Azienda che sta rinascendo e che, giustamente, pensa prima alla produzione per la quale utilizza anche alcuni feedback che gli abbiamo trasmesso sulla base delle esperienze racing. Sono contento che recepiscano. Da parte loro ci stanno adoperando anche per fornirci alcuni particolari importanti come il generatore leggero che è arrivato a Monza. Insomma c'è una buona sinergia. Permettimi di ringraziare tutta la mia squadre per il grande lavoro che stanno facendo".

- Avete potuto utilizzare qualcosa della vostra precedente esperienza sul tre cilindri?

"Anche se conservo tutti i dati delle stagioni Triumph, nulla è utile: i parametri completamente diversi".

- Ci sono stati molti step di aggiornamento?

"A Phillip Island la moto era già competitiva e solo la foratura della gomma posteriore ha impedito a Rolfo di piazzarsi subito bene. Avevamo lavorato molto nei tre mesi prima del Campionato e successivamente non ci sono stati aggiornamenti fino a Monza. Ora è in arrivo per Imola il nuovo cambio".

- In futuro pensate di passare alla Superbike?

"L'accordo con la MV ha la durata di 3 anni e comprende in esclusiva qualsiasi categoria nella quale si vogliano affacciare ufficialmente. Se ci sarà la nuova F4 possiamo pensarci dal terzo anno in poi: si parla, quindi, del 2015-2016. Ed allora ci dovrebbero essere già i nuovi regolamenti. Fino ad allora siamo concentrati sulla Supersport e la F3".                                                                                                                   

Articoli che potrebbero interessarti