Tu sei qui

Marquez: pronto all'esame Mugello

Pedrosa: "La pista più difficile e divertente, correrci da capo-classifica è speciale"

La squadra ufficiale Honda si presenta al Mugello in gran forma per il quinto appuntamento stagionale del motomondiale. Il rookie Marc Marquez ha collezionato fin qui quattro podi, vincendo ad Austin alla seconda gara, e Dani Pedrosa ha respinto il difficile raffronto con il compagno di squadra con due vittorie consecutive a Jerez e Le Mans, conquistando la vetta della classifica iridata. La RC213V, poi, è apparsa quantomai competitiva in questo inizio di stagione (tre vittorie su quattro), una vera e propria arma perfetta nelle mani dei suoi due piloti.

"Dopo Le Mans ho potuto trascorrere una settimana di relax e mi sento bene fisicamente – ha detto Pedrosa, autore del proprio migliore inizio di stagione di sempre con 83 punti conquistati su 100 disponibili – Il Mugello è un circuito fantastico, dove ti diverti davvero a guidare. È rapido, con curve lunghe e veloci, dove conta molto la fiducia in sella. Normalmente il clima è buono, e con tanti tifosi l'atmosfera è fantastica. Essere in testa al mondiale è qualcosa di speciale, quindi attendo con ansia di tornare in pista. Se la moto continuerà a funzionare così bene potremo fare un'altra bella gara".

In Italia l'apprendistato, fin qui percorso a tempo di record, di Marc Marquez sarà sottoposto ad un'esame importante su uno dei tracciati più tecnici al mondo.

"Sono molto soddisfatto della gara di Le Mans – ha dichiarato il rookie, protagonista del migliore esordio dai tempi di Max Biaggi nel 1998 – È stata una grande esperienza correre sul bagnato, però ora spero che al Mugello il meteo sia più clemente. È un circuito difficile, forse il più complicato in calendario. Ci sono molti cambi di direzione, e dovremo lavorare duro per trovare la giusta messa a punto. Le prossime gare saranno importanti. Su piste difficili, dove dovremo tenere alta la concentrazione. Mi aspetto una gara dura, con molti piloti competitivi, ma darò come sempre il cento per centro".

GUARDA IL VIDEO

 


Articoli che potrebbero interessarti