Tu sei qui

Guintoli: "Tom era il più forte"

Il francese dell'Aprilia riconosce la superiorità di Sykes a Donington Park

Dopo la gara di Donington Park il suo vantaggio nella classifica di Campionato Mondiale Superbike si è ridotto a soli quattro punti, dopo essere arrivato a 28.

Sylvain Guintoli non sembra però essere preoccupato: "Ad un terzo del campionato sono in testa. All'inizio della stagione avrei messo la firma per un risultato così per quanto mi sembrava incredibile ed invece ho vinto una gara solo salito quasi sempre sul podio (salvo Monza) e sono ancora primo"

- E' evidente, però che come leader, il risultato di oggi ti ha deluso:

"Come risultato è evidente, se non fai 1+1 non va bene. Ma devo dire che un secondo ed un terzo posto sono una buona prestazione".

- Cosa non ha funzionato qui a Donington per mettere in difficoltà Sykes?

"Niente in particolare. Il circuito è molto stretto ed è difficile usare tutta la potenza delle nostre moto. Non è un circuito molto adatto alla mia guida. Ma la verità è che oggi Tom è andato fortissimo e nessuno poteva creargli problemi".

- Hai cambiato qualcosa tra gara 1 e 2?

"Dopo gara 1 ero un po' incazzato e deluso. Tom non era andato troppo forte ma io avevo fatto degli errori quando ero dietro a Marco (Melandri). Abbiamo cambiato dei dettagli ma non c'è stato nulla da fare: Tom oggi era il più forte e basta".

- Cambierai strategia dopo questa gara ai fini del Campionato?

"Ho cambiato dopo Monza dove ho fatto due gare con una strategia che non è andata troppo bene. Era una gara da ciclisti, tutti in fila ed io ho tirato il gruppo. Alla fine mi hanno superato i velocisti... Da allora ho deciso di cercare più possibile di andare avanti e uscire dal gruppo. Sempre".

Articoli che potrebbero interessarti