Tu sei qui

News Prodotto, SBK: A breve la discussione su Monza

Forse la settimana prossima la FIM esaminerà l'appello dell'Aprilia su gara 2

A quanto pare, sembra che sia stato coinvolto anche il Presidente della FIM, Vito Ippolito, affinché si discuta al più presto l'appello dell'Aprilia contro la decisione degli Stewards FIM in merito alla manovra di Tom Sykes in gara 2.

Riassumiamo i fatti brevemente: Tom Sykes all'ultimo giro di gara 2 arriva "lungo" ma perdendo nemmeno la posizione nei confronti di Sylvain Guintoli. L'Aprilia eleva una protesta alla Race Direction per questa manovra.

I tre membri della Race Direction (Igor Eskinja della FIM, Gregorio Lavilla e Giulio Bardi) si riuniscono e dopo aver analizzato l'accaduto hanno deciso di modificare la classifica penalizzando di una posizione Sykes che passa, quindi, al quarto posto, invece del terzo conquistato in pista.

La motivazione sta nell'analisi oggettiva dell'accaduto senza farsi confondere - stando alle parole di uno dei membri - dai dati numerici ma analizzando la condizione di gara.

Immediata la reazione della Kawasaki che ha presentato ricorso contro questa decisione. La protesta della Casa giapponese è stata analizzata dai tre FIM Steward - guidati dall'inglese Stuart Higgs - che hanno, invece, espresso parere contrario a quello della Race Directions, ripristinando la classifica nata sul campo.

Entro cinque giorni l'Aprilia poteva presentare appello, cosa che ha fatto regolarmente. La FIM ha sei settimane per esaminarlo (una è già trascorsa) ma gli uomini presenti sul campo hanno fatto pressioni sul Presidente Ippolito e sul Presidente della CCR, l'ungherese Bulcsu, affinché vengano accelerati al massimo i tempi per non assistere a tutto il Campionato con l'interrogativo del punteggio.

Vedremo se per una volta la FIM sarà veloce.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti