Tu sei qui

Donington: Sykes prenota la Superpole

SBK: Melandri e Rea inseguono, le Aprilia a mezzo secondo. Ducati fuori dalla Top 10

A Donington, Sykes si è aggiudicato anche l'ultimo turno di prove libere della SBK, candidandosi di diritto all'ennesima Superpole (già 14 in carriera). Il britannico, autore di un 1'28.330, ha staccato di oltre tre decimi i diretti inseguitori, forte anche della migliore velocità massima fatta registrare fin qui (272,3 km/h).

Al secondo posto (+ 0.391), Marco Melandri ha comunque dimostrato una volta di più di potersela giocare. Il ravennate su BMW è fin qui stato veloce in tutte le condizioni, mostrando una costanza di rendimento che gli era spesso mancata in questo inizio di stagione.

Sessione positiva anche per Rea (+ 0.406), che risale la china rispetto all'ottava posizione della QP2, limando circa sette decimi al proprio miglior tempo e chiudendo in terza posizione davanti alle Aprilia ufficiali di Guintoli e Laverty, a mezzo secondo di distacco. In sesta posizione (+ 0.678), il loro compagno di marca Giugliano ha commesso qualche sbavatura in staccata ma ha comunque il passo per giocarsi la seconda fila in qualifica.

Più attardata la Suzuki, in settima posizione con Camier (+ 0.912) e soltanto quindicesima con Cluzel (+ 1.659), apparso insolitamente in affanno sul tracciato britannico. Chiudono la Top 10 Davies e Fabrizio, staccati di circa un secondo.

Distacchi invariati per Ducati, sempre intorno al 1.2'' dalla vetta con tre Panigale in fila indiana dall'undicesima posizione con Checa, Badovini e Canepa nonostante il dazio pagato in velocità di punta (6 km/h in meno rispetto a Sykes) sia ben inferiore che su altri tracciati.

I tempi:

Articoli che potrebbero interessarti