Tu sei qui

SBK, UK: Sykes imprendibile con caduta

Donington QP1: Rea e Melandri ad oltre 1''. Canepa 12º e primo su Ducati

La Superbike ha chiuso anzitempo il primo turno di qualifiche a Donington a causa del ritorno della pioggia, protagonista indesiderata di questa prima giornata di prove. Ad aggiudicarsi il miglior tempo è stato Tom Sykes, autore di un 1'30.278. Il britannico Mr. Superpole ha limato decimo su decimo, fino a staccare nettamente gli avversari all'undicesimo di altrettanti giri lanciati, salvo poi scivolare alla curva 4 danneggiando vistosamente la sua Kawasaki (pilota OK).

Alle sue spalle un altro pilota d'oltre Manica, Jonathan Rea, staccato di 1.282. Turno positivo anche per Marco Melandri, che conferma la propria rinascita agonistica trovata a Monza sulla BMW S1000 RR dopo un avvio di stagione in salita, a soli undici millesimi da Rea.

Leggermente più attardate le Aprilia, fin qui capaci di una costanza di rendimento inarrivabile per le altre case. Il capo-classifica Guintoli ha chiuso a tre decimi da Melandri (+ 1.514), tornando in pista sul finale solo per rodare le gomme da bagnato, precedendo di misura Giugliano, quinto e generoso come sempre, con una "sbacchettata" al centro della "esse" ripresa comunque in tempo.

Seguono in rapida successione Camier (+ 1.700), Fabrizio (+ 1.816) e Davies (+ 1.825), mentre continua a lottare con il tracciato britannico Laverty, che qui ha come miglior risultato in SBK un 14º posto, staccato di quasi due secondi.

Non migliorano, per ora, nemmeno le sorti di Ducati. Il più veloce è stato Canepa, dodicesimo da wild-card sulla Panigale a circa tre secondi. Solo quindicesimo Checa (+ 3.252), comprensibilmente cauto viste le condizioni tutt'altro che ottimali della spalla.

La scarsa aderenza dell'asfalto freddo e umido ha ostacolato più di un pilota (Badovini, Cluzel, Davies e Rea protagonisti di fuori pista senza cadere), ed il passo rimane un'incognita per tutti. Le schiarite previste per domani dovrebbero garantire maggiore continuità in vista della Superpole del pomeriggio.

I tempi:

Articoli che potrebbero interessarti