Tu sei qui

Canepa: "La Panigale SBK non è male"

"La ciclistica non ha grossi problemi. Mancano forse un po' di cavalli"

Al Mugello è andato subito forte con la Panigale Superbike ed allora Ernesto Marinelli, grande capo Superbike della Ducati, ha pensato di portare Niccolò Canepa a Donington come terzo pilota del team Alstare, facendolo seguire dal test team.

"La moto è sostanzialmente uguale alle altre - ci ha detto l'ingegnere emiliano - perché abbiamo bisogno di acquisire ulteriori dati dall'attuale versione. Ovviamente il setting è diverso perché adattato ad ogni pilota. Niccolò ha uno stile di guida più simile a Carlos, molto pulito, mentre Ayrton ha un'altra guida. In questo momento più dati acquisiamo e meglio è".

Il pilota genovese. dal canto suo, sta vivendo questa trasferta come un'opportunità e come un lavoro: "Non sono qui per vincere il mondiale - ci ha detto sorridendo Canepa - ma solo per fornire a Marinelli ed ai suoi tecnici un'altra voce sul comportamento di questa moto".

- A proposito della Panigale, come hai trovato la versione SBK?

"Devo dire che non ho trovato grossi problemi sulla ciclistica. Piuttosto, secondo me, mancano un po' di cavalli e questo ti spinge ad andare oltre e magari a cadere per stare con gli altri. L'air restrictor per me penalizza troppo la Ducati".

- Tu avevi già guidato una moto con questo tipo di telaio...

"Sì, nella MotoGP e devo dire che per me era un grosso problema. Su questa moto, invece, mi piace. Evidentemente il tempo ha portato ad una evoluzione positiva".

- Il tuo obiettivo per questa gara?

"Quest'anno la massima concentrazione è sulla vittoria nella Superstock dove sono in testa. Questa è una bella opportunità perché mi permette di fare chilometri, di lavorare con il test team che considero il top e con Ernesto (Marinelli - ndr) ai box. Mi sembra di essere tornato ai tempi del team ufficiale del 2008. E mi piacerebbe poter ripetere questa esperienza quando la STK è non in programma, anche se, purtroppo, stiamo parlando delle trasferte più costose e non so se sarà possibile".

Al box di Niccolò Canepa era presente anche Neil Hodgson, ex campione del mondo Superbike, considerato un ottimo colludatore da Marinelli: potrebbe dare qualche suggerimento al giovane genovese per come regolarsi a Donington Park.

Articoli che potrebbero interessarti