Tu sei qui

Carl Fogarty è il re di Donington

Sei vittorie per "king Carl". Attesa per Canepa sulla Ducati SBK

Con una temperatura che tocca a stento gli otto gradi, Donington Park accoglie - tra un decollo e l'altro dei voli civili che partono dal vicino aeroporto di East Midland - i piloti dei Campionati Mondiali Superbike e Supersport (le due classi Superstock non sono previste in questo round).

Lo schieramento della Superbike vede la annunciata assenza del team Liberty, compensata numericamente dalla partecipazione come "one event" di Niccolò Canepa che porterà in pista la quarta Ducati 1199 Panigale con l'intento di velocizzare lo sviluppo che fino ad oggi sembra non dare le risposte attese dai progettisti.

Le condizioni atmosferiche non saranno certamente d'aiuto ma il clima di gara certamente potrebbe favorire un punto di valutazione migliore rispetto ad un test solitario.

Dallo schieramento della Superbike manca ancora Ivan Clementi per il quale, evidentemente i problemi sorti a Monza non si sono ancora risolti.

Anche qui in Gran Bretagna non ci sono wild card e questo è un aspetto che la Dorna deve assolutamente curare e risolvere per avere uno schieramento più folto dal punto di vista numerico.

FOGARTY E' IL RE DI DONINGTON - Si è ritirato da tempo ma nessuno è riuscito fino ad ora è riuscito ad avvicinare il record di vittorie conquistate a Donington Park da Carl Fogarty. Per sei volte "king Carl" è passato per primo sul traguardo, una in più del suo quasi... contemporaneo Scott Russell.

Haga ha vinto tre volte qui, mentre è lunga la lista di quelli che hanno due vittorie: Corser, Edwards, Hodgson, Spies, Falappa e Melandri, l'unico quest'ultimo ancora in attività in SBK.  Ed a proposito di italiani su questa pista hanno vinto anche Lucchinelli, Pirovano, Chili e Tardozzi.

MOVIMENTI IN SUPERSPORT - Oltre al già annunciato passaggio di Alex Baldolini sulla Suzuki del team Suriano ed al ritiro dal campionato di Lombardi, nella 600 sono da segnalare l'arrivo dalla STK 600 di Riccardo Cecchini sulla Honda del team Lorini, mentre Florian Marino sostituisce anche per questa gara l'infortunato David Salom sulla Kawasaki del team Intermoto.

Articoli che potrebbero interessarti