Tu sei qui

SBK, Laverty: sarà un campionato a 4

"Monza è la mia pista, ma Sykes, Melandri e Guintoli sono ossi duri"

Quello tra Eugene Laverty ed il tracciato di Monza è amore vero. Su sei vittorie collezionate in carriera, l'irlandese ne ha ottenute tre nel "tempio della velocità".

"Qui ho sempre corso su moto veloci – ha detto il pilota Aprilia dopo la vittoria in Gara 2, preceduta da un terzo posto nella manche di mezzogiorno – Devo essere onesto, avevo un vantaggio sulla velocità di punta, sia per la potenza della RSV4 che per la mia corporatura. Però è anche vero che questo è il tipo di pista che prediligo, con forti staccate e forti accelerazioni. Il mio stile punta su queste rispetto alla percorrenza a centro curva".

E quale miglior modo di rifarsi dopo il terzo posto rimediato in Gara 1, dopo aver affrontato l'ingresso dell'ultima curva in testa, che con una vittoria.

"Rispetto alla prima manche ho preferito giocare d'attesa, uscendo allo scoperto solamente negli ultimi giri. Questa volta però ho chiuso meglio l'ingresso, senza lasciare possibilità in staccata".

Con la terza vittoria in questo campionato (miglior risultato in carriera), Laverty si è portato in seconda posizione assoluta nella classifica iridata alle spalle di Guintoli con 124 punti.

"Avevo quaranta punti di distacco, ora ne ho tredici. Per il campionato credo che sarà una lotta tra me, Sylvain, Melandri e Sykes, ma anche Chaz Davies può essere della partita. A Donington per noi non sarà così facile, mi accontenterei di un podio. Sarà un prosieguo di stagione entusiasmante, sia per pubblico che per noi piloti, e sarà cruciale evitare altri 'zeri'".

Articoli che potrebbero interessarti