Tu sei qui

L'Aprilia "risponde" a BMW. Laverty 1°

In gara 2 l'irlandese precede Melandri che torna sul podio. Fabrizio 5° e Giugliano 6°

E' stata quasi una gara fotocopia della prima ma questa volta Eugene Laverty che a Monza ha già vinto due volte nel 2011 non si è fatto sorprendere ed ha controllato un Marco Melandri decisamente aggressivo e con una grande voglia di centrare la doppietta.

Sykes è stato insieme a loro ma ha dimostra qui a Monza di essere leggermente più indietro con la sua Kawasaki rispetto all'Aprilia ed alla BMW.

Bene anche due "privati" di lusso come Michel Fabrizio e Davide Giugliano - quinto e sesto - che potremmo vedere presto in posizioni ancora migliori. Per l'Aprilia una giornata positiva con quattro RSV nelle prime sei posizioni.

LAVERTY VA IN TESTA - E' Laverty che fa l'andatura davanti a Sykes, Giugliano e Melandri. Il romano alla conclusione del primo giro passa Sykes e si porta in seconda posizione ma alla seconda variante prende una spettacolare imbarcata ma per fortuna rimane in piedi e riprende in quinta posizione. Cade Cluzel mentre in testa si forma un terzetto composto da Laverty, Sykes e Melandri che provano ad allungare. Guintoli è quarto a sei decimi dai primi.

Risale Davies che, seguito da Rea, superano Giugliano. In pratica si formano nuovamente i gruppi di gara 1.

Al quarto giro si ritira Rea - imitato anche da Aitchison - e rimangono in pista solo 15 piloti che si riducono quasi subito di una unità per la caduta di Akiyoshi (un'altra presenza inutile di improbabili piloti giapponesi....).

SBK gara 2GUINTOLI PRENDE IL COMANDO - Guintoli aggancia i tre di testa e Giugliano viaggia in quinta posizione con un secondo di margine su Camier dopo un lungo di Davies.

Il francese dell'Aprilia, leader del Campionato passa in testa seguito da Laverty, Melandri e Sykes. Fabrizio fa un dritto alla variante e rientra ottavo.

Uno scatenato Chaz Davies recupera e superando Camier e Giugliano va ad occupare la quinta posizione.

Eugene Laverty non si da per vinto e torna in testa ma Guintoli gli risponde prontamente. Finisce in terra la rimonta di Davies che questa volta è costretto al ritiro.

TERZO CENTRO PER LAVERTY - A due terzi di gara le posizioni vedono Guintoli in testa davanti a Laverty, Melandri e Sykes. Distaccato troviamo Fabrizio che con una bella rimonta è ora quinto davanti a Camier e Giugliano. Sono tredici i piloti ancora in pista.

A due giri dal termine Laverty passa in testa e Melandri comincia ad attaccare le due Aprilia. Sykes cerca di stare con loro ma fa un "dritto" e rientra proprio prima di Guintoli che ha perso un po' di terreno.

Laverty controlla la situazione gestendo egregiamente la prima posizione e vince - terza affermazione dell'anno per lui - precedendo Melandri, Sykes e Guintoli. Alle loro spalle ottima prova dei due romani dell'Aprilia Michel Fabrizio e Davide Giugliano che hanno concluso al quinto e sesto posto. Nona posizione per Badovini fisicamente non a posto.

Dopo questa gara la classifica del Campionato Mondiale vede Guintoli sempre in testa con 137 punti con una margine che si è ridotto a 13 punti su Laverty (124). terzo posto per Sykes (119). mentre al quarto posto troviamo Melandri con 96. Fabrizio è settimo (74) e Giugliano (49).

Articoli che potrebbero interessarti