Tu sei qui

News Prodotto, STK: Savadori batte le Ducati

Il pilota della Kawasaki precede il francese Guarnoni. Canepa leader FIM Cup

Questa volta Lorenzo Savadori - una lunga esperienza di gare nonostante la giovane età (20 anni) - non ha commesso errori ed alla fine ha conquistato la seconda vittoria della sua carriera nella STK 1000, dopo quella ottenuta lo scorso anno con la Ducati.

Savadori - soprannominato affettuosamente "chiuchino" - non ha mollato per nessuno dei sette giri sui quali era articolata la gara ridotta dopo una interruzione con bandiera rossa.

Nella prima partenza, infatti, c'è stata una caduta di gruppo alla prima chicane nella quale erano coinvolti il campione in carica Sylvain Barrier, il sudafricano Gildenhuis, Andreozzi e Mercado. I primi due vengono portati al medical center ma senza conseguenze, mentre i due piloti del team Kawasaki-Pedercini riescono ad allinearsi nella seconda partenza.

Savadori ha battagliato per tutta la corsa con il francese Jeremy Guarnoni (anche lui su Kawasaki), Niccolò Canepa e Eddi La Marra. I due piloti del team Ducati-Barni hanno spinto al massimo prendendo anche alcuni rischi ma alla STK garafine si sono dovuti accontentare rispettivamente del terzo e quarto posto. Questo piazzamento ha consentito loro di passare in testa alla classifica di FIM Cup divisi solo da tre punti.

Ottima la corsa di Michele Magnoni (BMW) quinto alla fine davanti ai francesi Lanusse e Lussiana, mentre a punti sono andati anche Bussolotti e Dittadi.

Dopo questa gara Canepa è in testa alla classifica con 52 punti davanti a La Marra com 49, mentre Barrier è fermo a 45. Guarnoni sale a 44 punti (quarto) e Savadori dopo questa vittoria passa in sesta posizione (33 punti).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti