Tu sei qui

SBK: Aprilia 'Top Gun' a Monza

Laverty e Guintoli in prima fila a 337 km/h e "pronti alla battaglia"

La Superpole di Monza si è rivelata più equilibrata del previsto, con Kawasaki ed Aprilia sugli scudi e BMW e Honda a ruota. Primus inter pares, il costruttore di Noale è stato però l'unico a piazzare due piloti in prima fila. Segno che la potente RSV4 (top speed di oltre 337 km/h per Laverty) gradisce particolarmente il tracciato brianzolo.

"Sykes mi ha fregato per soli 78 millesimi, ma come passo siamo a posto – ha detto Eugene Laverty, secondo a pari merito in campionato con Sykes e Davies – Ripetere la doppietta di due anni fa sarà però molto difficile. Ci sono molti piloti in grado di vincere, non sottovaluterei sia Tom che Melandri, e anche Rea può essere della partita".

I "trenini" sono stati spesso il marchio di fabbrica delle gare delle derivate di serie sul circuito lombardo, dove il gioco delle scie è fondamentale.

"Vorrei poter dire di essere io il pilota da battere ma non so se sia possibile per nessuno andare in fuga – ha aggiunto Laverty – Le scie aiutano molto a rimanere nel gruppo. Credo che per le caratteristiche della nostra moto siamo favoriti quanto a usura del posteriore. Invece ho avuto qualche problema di troppo all'avantreno nei turni precedenti ma siamo riusciti a recuperare terreno e spero di risolverlo completamente nel warm-up".

Non è lontano (+ 0.319) nemmeno il compagno di squadra Sylvain Guintoli, che ha fatto della costanza il proprio marchio di fabbrica in questa stagione e comanda il campionato con 111 punti (5 podi totali).

"È stata la mia miglior qualifica dell'anno – ha detto il francese – Correre qui è emozionante e l'Aprilia è velocissima. Mi aspetto una gara divertente, sia per noi che per il pubblico, visto che ci sono quattro o cinque piloti con un passo molto simile. Con la gomma da gara ho un buon ritmo, e sono pronto ad un'altra battaglia".

Articoli che potrebbero interessarti