Tu sei qui

Test: Marquez 1º, nuovo telaio per Ducati

UPDATE, i tempi alle 14: Crutchlow e Lorenzo incollati a Marc. Dovi 6º

Neanche il tempo di riposare la mente ed il corpo dopo la lunga battaglia sotto il solo cocente di ieri che i piloti della MotoGP sono tornati in pista a Jerez per una giornata di test.

In realtà le novità da provare non sono tante, per lo meno per i primi della classe. La Honda, fresca di doppietta con Pedrosa e Marquez, ha a disposizione piccoli aggiornamenti di elettronica e bilanciamento. Yamaha, d'altro canto, continuerà le prove comparative tra le due specifiche di telai (entrambi realizzati nel 2013) e qualche strategia per migliorare la gestione delle gomme, vera spina nel fianco nella gara di ieri, mentre il cambio "seamless" rimane per ora un miraggio.

Discorso opposto per Ducati, che per la prima volta porterà in pista un telaio completamente nuovo, non l'embrione già provato da Dovizioso in Malesia, ma la nuova ciclistica portata ieri in gara da Pirro.. Il fulcro concettuale di Gobmeier e soci rimane lo stesso: migliorare la distribuzione dei pesi per aumentare la guidabilità di una D16 particolarmente "ingessata" negli spostamenti rispetto alla concorrenza.

Le prime ore del mattino parlano di una schermaglia a distanza tra Lorenzo e Marquez, inizialmente separati da pochi millesimi. Ingresso in pista tardivo di Pedrosa, che in soli 4 giri è però sceso sotto l'1'39 per poi venire nuovamente scavalcato (+ 0.155) dal compagno di squadra, che a mezzogiorno detiene il miglior tempo con un 1'38.824. Lorenzo è in terza posizione a + 0.552 dopo 26 giri percorsi, mentre continua a faticare Valentino Rossi, ottavo a mezzo secondo dal compagno di squadra e + 1.078 dalla vetta. Nessuno dei piloti ha effettuato long-run.

Andrea Dovizioso è il più veloce su Ducati con un 1'39.524 in linea con i suoi migliori riferimenti del fine settimana, a sette decimi netti da Marquez e quinto alle spalle di Crutchlow, sempre più saldamente a suo agio nel ruolo di miglior pilota satellite. Hayden non è lontano, un decimo più lento in settima posizione, mentre non proverà oggi Pirro, in quanto stanno usando le sue due moto i piloti ufficiali.

UPDATE – Alle 14, Marquez continua a comandare la classifica dei tempi con un 1'38.824. Dopo un primo assalto da parte di Lorenzo (fermatosi a + 0.134), ci ha provato Cal Crutchlow (ancora acciaccato dopo le cadute di sabato), fallendo per soli 92 millesimi. In quarta posizione, Pedrosa non è invece riuscito a migliorare il suo miglior passaggio fatto registrare al quarto giro.

Distacchi invariati anche per le Ducati ufficiali, con Dovizioso (+ 0.700) e Hayden (+ 0.819) rispettivamente in sesta e settima posizione. Alle loro spalle c'è Valentino Rossi (+ 1.014), che ha abbattuto l'1'40 non senza difficoltà

I tempi:

Articoli che potrebbero interessarti