Tu sei qui

Pedrosa: il ritmo la chiave per la gara

Marquez: "una prima fila inaspettata ma le gomme sono un'incognita per me"

Questa volta Dani Pedrosa ha riportato i conti dalla sua parte, almeno in qualifica. Per la seconda volta (la prima è stata a Losail) partirà davanti al compagno di squadra Marquez e domani spera di giocare uno scherzo anche a Lorenzo. Per ora si gode il momento e risponde con qualche sorriso alle domande. “L’aspetto più positivo è che ho guidato bene per tutto il weekend – dice – Nei box abbiamo lavorato bene e la moto sta funzionando al meglio. Spero di continuare così anche domani. So che sarà una gara dura e il passo che si riuscirà a tenere nei 27 giri sarà la chiave per la vittoria”.

Il morale è quindi alto e neanche la caduta nelle qualifiche riesce a rabbuiarlo più di tanto. “Sono andato a terra alla curva 8 – racconta – ma per fortuna non ho riportato nessuna conseguenza fisica. Siamo stati in molti a cadere, anche nelle altre classi non solo in MotoGP, e nella maggior parte dei casi la causa è stata la perdita dell’anteriore. Da una parte è normale, perché tutti spingono al massimo in qualifica, ma oggi l’asfalto era più scivoloso”.

Colpa del caldo e anche il suo compagno di squadra Marc Marquez è stato protagonista di un’innocua scivolata a bassa velocità nell’ultimo turno di libere. Incidente presto dimenticato perché “la prima fila non me l’aspettavo proprio, io credevo di potere puntare alla seconda” ha ammesso candidamente. Per sua fortuna si è sbagliato, ma comunque sa che “Dani e Jorge sono ancora qualche passo davanti a me. Sono contento dei cambiamenti che abbiamo fatto oggi sulla moto, hanno funzionato. Però devo ancora decidere quale gomma usare al posteriore, so che qui il consumo degli pneumatici sarà critico e sono curioso di vedere come saprò gestire la situazione”.

Marc però sta dimostrando di riuscire a gestire bene la pressione, impresa non facile arrivando proprio in casa dopo il capolavoro texano. “DSono consapevole che dopo la vittoria di Austin le aspettative sarebbero state ancora più grandi di prima – dice – però sapevo anche che su questa pista non avrei avuto un weekend semplice. Però abbiamo fatto un buon lavoro, non mi rimane che mettercela tutta domani”.

Articoli che potrebbero interessarti