Tu sei qui

News Prodotto, Moto2, FP1: Rabat in fuga a Jerez

Solo Redding ed Espargaró sotto 1''. Corsi cade e chiude in anticipo

La Moto2 ha chiuso la prima mattinata del motomondiale a Jerez con una prima sessione di prove libere. A fare la lepre è stato Tito Rabat, autore di un 1'43.227 che lo ha staccato nettamente dagli inseguitori. Solo due piloti sono riusciti ad accumulare distacchi inferiori ad un secondo. Il leader in campionato Scott Redding (+ 0.284) si è mantenuto a distanza di sicurezza, mentre è più attardato Espargaró (+ 0.810), alle prese con una Kalex particolarmente nervosa. Il telaista tedesco ha comunque piazzato sette piloti nelle prime dieci posizioni.

A partire dalla quarta posizione, Torres, Elias, Nakagami, Luthi, Simon, Terol e Simeon sono racchiusi nel fazzoletto di tre decimi.  La pista andalusa, almeno per ora, non sorride agli italiani. Il primo azzurro in classifica è stato il sammarinese Alex De Angelis, dodicesimo a + 1.372 ma comunque a mezzo secondo dalla prima fila. Leggermente più attardato Mattia Pasini, diciassettesimo a + 1.770.

Turno finito in anticipo per Simone Corsi, autore di una scivolata senza conseguenze fisiche nei primi minuti e costretto a guardare il prosieguo della sessione dai monitor in attesa che i meccanici del team Forward riparino la sua SpeedUp.

I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti