Tu sei qui

Marinelli: "C'è molto da capire"

Il Responsabile SBK della Ducati molto preoccupato dopo il risultato di Assen

Il clima all'interno del box Alstare Ducati è molto pesante. Marinelli, Batta, Checa e Badovini, insieme ai tecnici ed agli ingegneri stanno cercando di capire cosa è accaduto.

"E' stata una giornata parecchio scura. - ci dice Ernesto Marinelli, generalmente molto diplomatico e riservato - Il risultato è stato molto al di sotto delle nostre aspettative e non so perché altrimenti... lo avrei già cambiato".

- Eppure nelle prove le cose non erano andate poi così male..

"Nelle prove abbiamo migliorato fino alle libere. In gara, invece siamo andati molto male. Valuteremo la situazione e speriamo di identificare il problema. Non è normale che con la STK vada bene e con la SBK male. La seconda ha tutti gli elementi (motore, telaio, sospensioni) per fare meglio. Ed invece abbiamo addirittura girato più piano in gara che in prova".

- Un problema piloti?

"Assolutamente no! - risponde pronto l'ingegnere emiliano - Ayrton non è ancora al massimo della condizione fisica ed è comprensibile ma Carlos è un pilota che da sempre il massimo. Se non lo fa è perché non siamo riusciti a dargli il feeling necessario".

- Ed ora arriva Monza...

"Quella pista non ci aiuta di certo. Sarà sulla carta ancora più difficile di qui ammesso che sia possibile!..."

Ed a poco serve l'affermazione di Eddi La Marra nella gara di FIM Cup Superstock

"E' evidente che sono molto contento della vittoria in Superstock ma anche questo aumenta la mia perplessità sul risultato della Superbike. La stessa moto non può andare bene in una categoria e male in un'altra!"

Articoli che potrebbero interessarti