Tu sei qui

SBK, Checa: "Ci adatteremo al meteo"

Lo spagnolo preferisce non fare pronostici meteo ma continua il suo lavoro sulla 1199

Il nono tempo finale di Checa - insieme al sesto ottenuto dal suo compagno di squadra Badovini - potrebbe non rispecchiare il progresso del lavoro sulla Ducati 1199 Panigale che continua a ritmo serrato.

- Si è trattato del "debutto" per te con la Panigale sull'acqua...

"Oggi abbiamo provato per la prima volta con il bagnato. - ci ha detto Carlos Checa - La mattina abbiamo provato un assetto che mi è sembrato buono, poi nel pomeriggio ne abbiamo testato un altro che, però, mi ha soddisfatto meno".

- La pioggia ha livellato molto i valori ed ha forse mascherato il lavoro che ancora c'è da fare.

"Sul motore sicuro in termini di potenza. Sull'acqua il motore non è influente dal punto di vista dei cavalli. E' invece importante l'erogazione e l'abilità del pilota che deve guidare con molta sensibilità. Oggi mancavo di grip sul posteriore che nel pomeriggio era inferiore rispetto a quello del mattino.

- C'è ancora da lavorare, quindi.

"Si, anche considerando che io non ho ancora in mano la moto. Per fortuna si lavora molto bene con questa squadra. Io poi sto progressivamente migliorando dal punto di vista fisico. L'incidente in Australia non ci voleva".

- Cosa preferisti per la gara, acqua o asciutto?

"Quello che arriva arriva e cercheremo di adattarci. Oggi abbiamo lavorato solo sul bagnato per capire come la moto reagisce con l'acqua. Con l'asciutto ci sarà meno tempo per lavorare visto che oggi l'abbiamo perso per la pioggia. Partiremo dall'assetto dei test di Jerez dove abbiamo lavorato molto bene e vedremo cosa fare".

Articoli che potrebbero interessarti