Tu sei qui

News Prodotto, SBK: gomme ago della bilancia ad Assen

In caso di meteo incerto potrebbe debuttare in pista lo pneumatico intermedio

Il terzo appuntamento stagionale del campionato Superbike, in programma all'"Università" di Assen, avrà una grande incognita nel meteo, solitamente bizzoso e mutevole. Con un asfalto generalmente freddo (massime esterne intorno ai 10 gradi dicono le previsioni) e la possibilità di acquazzoni, la scelta delle gomme potrebbe rappresentare una chiave tattica fondamentale nelle gare di domenica, specialmente con la regola del "flag to flag" che prevede un pit-stop per cambiare le gomme in caso di pioggia evitando l'interruzione di una gara.

A questo proposito, potrebbero debuttare in pista le "intermedie" Diablo Wet, rimescolando ulteriormente i valori in campo in condizioni "ibride".

Quanto alla pista, con temperature basse le gomme posteriori possono soffrire di problemi di lacerazione (nota come "cold tearing"), in particolare in caso di mescole morbide e con asfalto poco gommato come ad inizio week-end. Le opzioni posteriori disponibili saranno SC1 (morbide) ed SC2 (dure).

"Anche se il tracciato olandese negli ultimi anni è stato un po' snaturato perdendo alcune delle chicane veloci, resta comunque una pista con un asfalto molto aggressivo ma con un buon drenaggio dell'acqua e in grado di asciugarsi rapidamente in caso di pioggia perchè si trova in una zona tradizionalmente esposta al vento – ha dichiarato Giorgio Barbier, Racing Director Pirelli Moto – Ancor più che a Phillip Island, quella di Assen è una pista molto variegata in cui a volte a tratti asciutti possono alternarsi tratti di asfalto umido o bagnato, un circuito, quindi, dove la giusta scelta degli pneumatici da parte dei team potrebbe rivelarsi fondamentale per la vittoria. In caso di condizioni di umido o pioggia scarsa il nuovo pneumatico intermedio potrebbe essere molto utile sia perchè eviterebbe di far perdere tempo ai piloti per il cambio gomme sia perchè, in caso di zone della pista asciutte alternate a zone bagnate, il pneumatico da pioggia puro non funzionerebbe in modo ottimale".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti