Tu sei qui

Betti nel mondiale elettrico

Ultima prova del campionato FIM riservato alle moto spinte da motori elettrici

I quasi 70.000 spettatori (dichiarati) di Imola hanno potuto assistere all'ultima prova dell'FIM e-Power International Championship riservato alle moto elettriche.

Come prevedibile per un Campionato al suo primo anno - oltre che per le incredibili polemiche nel piccolo mondo delle gare per moto elettriche - erano solo sei i partenti.

Tra questi c'era il ventinovenne Thomas Betti, figlio di Luciano, tre i primissimi in Italia a credere a questo tipo di mezzi. L'italiano, dopo aver vinto con la sua Betti Moto Torpedine la gara inaugurale di Le Mans ed essere salito sul podio ad Albacete e Magny Cours, sul circuito di Imola ha conquistato il titolo avendo la meglio sul belga Thijs de Ridder (DR Motors), vincitore della gara (oltre che della prova di Albacete).

Alle spalle del belga ad Imola si è classificato il tedesco Matthias Himmelmann (Munch Team) che ha conquistato la terza posizione nella classifica assoluta.

Una curiosità: le moto elettriche hanno girato in 2'25"553 alla media di 122,100 km/h.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti