Tu sei qui

Rovelli: "la Triumph in SBK nel 2013"

il manager italiano punta al titolo WSS nel 2011, collaborando al progetto SBK

Nei mesi scorsi Giuliano Rovelli, proprietario del team ParkinGO BE1 Triumph ha rinnovato l'accordo con la Casa inglese che prevede una collaborazione di tre anni come squadra ufficiale in Supersport.

"L'obiettivo per il prossimo anno - ci ha detto il manager lombardo - è quello di portare almeno uno dei nostri due piloti, Chavez e Scassa, sempre sul podio e di conseguenza poter puntare al titolo della Supersport"

Per fare questo, Rovelli ha deciso di rinforzare tecnicamente la squadra: "Non sono soddisfatto al 100% dei risultati conseguiti quest'anno. Abbiamo comunque individuato i punti deboli dello sviluppo e stiamo correndo ai ripari. Tra l'altro vorremmo rinforzare la nostra struttura con due elementi di spicco (si parla di Alberto "il Moro" Colombo ex Ducati e di Massimo Neri ormai ex BMW)".

Domanda inevitabile quella sul progetto Superbike - che sarà un tre cilindri - sul quale sta lavorando la Triumph (come anticipato da GPone.com) : "Saremo coinvolti con i nostri piloti nei test che potrebbero cominciare a metà del prossimo anno e forniremo loro tutto il nostro feed back dalla pista. Visto che la Casa non ha intenzione di schierare una squadra ufficiale interna, potremmo essere noi a portare il pista la futura Triumph da Superbike".

Ma questo è un progetto che riguarderà la stagione, nel frattempo ParkinGO BE1 Triumph, punterà al titolo mondiale Supersport e proseguirà anche nelle ParkinGo series - il monomarca riservato alle Street Triple - che dal prossimo anno potrebbero essere allargate anche ad altre Marche per lanciare un vero e proprio campionato Naked.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti