Tu sei qui

Marquez, ancora lui. Dietro, ancora loro

Marc precede tre connazionali. Le classifiche - fotocopia della 125

Secondo un collega inglese, questo non è più un Mondiale, ma lo Spanish Open: un campionato iberico aperto agli stranieri. Come dargli torto, osservando la classifica diquesta terza sessione di prove libere, classe 125. Una noia invincibile. Cioé: verdadamente aburrido.

Mica colpa loro: sono gli altri che non riescono ad opporre resistenza. Marc Marquez è in una forma strepitosa: raramente la combina grossa, e spesso si impone con margine. Anche oggi: relega l'inseguitore più immediato, Nico Terol, ad oltre sette decimi. Conduceva per più di nove, quandola bandiera a scacchi è calata, ma con un colpo di reni Nico ha ridotto il distacco. Ma sette decimi, in una categoria come la 125, rappresentano una eternità.

Anche alle loro spalle, poco da segnalare. Il solito Cortese, migliore del resto del mondo, in un pacchetto che comprende, in quattro decimi, Smith, Koyama, Krummenacher. In sedicesima e diciassettesima posizione, Schroetter e Khairuddin si contendono il titolo di miglior debuttante. Gli italiani sono solo due: Grotskij (che ha saltato le prove di ieri) è 22°. Ravaioli, 31°.

Sipario


 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti