Tu sei qui

Marinelli: "Vinci se tutto funziona"

Il responsabile SBK della Ducati ripensa alla vittoria del Nurburgring

E' passata quasi una settimana dalla vittoria di Nori Haga al Nurburgring ed Ernesto Marinelli, il responsabile del team Ducati Xerox e del progetto Superbike per la Casa bolognese, è ancora combattuto tra i due sentimenti scaturiti da questa affermazione, gioia e rabbia.

"Che dire? Vinci quando funziona tutto: la moto, la squadra e il pilota. - ha detto Marinelli - Per fare il risultato migliore devono succedere tante cose e in Germania sono accadute. Altre volte questo non è accaduto. Quello accaduto al Nurburgring deve fare riflettere molta gente, tutti noi".

C'è sicuramente amarezza in Marinelli, talvolta messo in discussione tra le righe per la mancanza di risultati in questa stagione - "ma la squadra era quasi tutta la stessa dei trionfi!!" si è "sfogato" qualche volta - che dopo aver partecipato alle vittorie delle scorse stagioni, si trova ora a gestire la chiusura.

"E' stato importante perché è un momento difficile per tutti noi. - aggiunge pensieroso - Rende tutto meno amaro".

Qualcuno ha messo in discussione il pilota ma l'ingegnere ribadisce il concetto delle componenti: "Nori è un professionista , ha guidato al punto che si sentiva. Ha perso fiducia nell'anteriore ad un certo momento e ci è voluto tempo per recuperare. Ma, forse, tutti abbiamo sbagliato e tutti abbiamo ragione".

Ma in Germania si è vista anche una grande Ducati: "Che la moto sia competitiva lo sapevamo. Non è questo il motivo che ha portato alla decisione del ritiro. Anche il prossimo anno saremo davanti".

Ora il campionato affronta le ultime quattro gare con una Ducati che potrebbe vincere ancora. Anche per fare rabbia a qualcuno...

Articoli che potrebbero interessarti