Tu sei qui

Haslam:"Tutto può ancora succedere"

"Eroica" gara dell'inglese che ha corso con una mano e un ginocchio doloranti

Dopo la Superpole, si pensava che Leon Haslam potesse fare qualcosa di più del sesto e terzi posti ottenuti al Nurburgring.

Questa volta l'inglese della Suzuki ha comunque una seria attenuante: "Sono caduto al primo giro di Gara 1 per un highside e mi dispiace aver causato la caduta anche di Troy. Mi sono fatto male al pollice destro e al ginocchio sinistro ma l'adrenalina mi ha fatto dimenticare il dolore. Purtroppo nella caduta si era seriamente danneggiata la mia moto numero uno e sono dovuto salire su quella di riserva che mi ha limitato". Infatti, con la seconda moto Leon aveva percorso solo pochi giri in prova.

Nell'intervallo tra le due gare, la moto 1 è stata riparata e Haslam è ricorso alle cure della Clinica Mobile "Grazie ai miei meccanici e ai medici - ha detto ancora Leon - sono riuscito a sfruttare al meglio la moto e salire sul podio. Avrei sicuramente preferito due vittorie, oggi ma dopotutto sono contento del risultato"

Nonostante la botta - "sono sicuro che stasera sarò dolorante", ha detto  - Leon non ha perso la fiducia: "Ho guadagnato due punticini (è ora a meno 58) e con 100 punti in quattro gare, tutto può ancora succedere".

Biaggi è avvisato...

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti