Tu sei qui

Rossi: "Ero da prima fila"

AUDIO - Valentino è fiducioso per la gara, ma la sveglia ancora non suona

Rossi: "Ero da prima fila"

"Ero da prima fila - ha detto Rossi subito dopo le prove - peccato non essere li...'''.

Ma in effetti, però, oggi c'era poco da fare. Lo spagnolo Dani Pedrosa è ancora una volta il più efficace e l'unico in grado di giocare il suo stesso gioco è Jorge Lorenzo, che ha la missione irrinunciabile di confermare il titolo mondiale per la Yamaha.

Il campione del mondo in carica, in ogni caso, sembra fiducioso. Il suo atteggiamento e' simile a quello dello scorso anno a Misano. Anche allora si arrivava al Santa Monica dopo la trasferta di Indianapolis, dove Vale era caduto e si era ritirato. In pista si presentò con un casco dipinto con un asino: e alla fine vinse. Quest'anno Rossi ha sul casco una vistosa sveglia.

''Mi serve una bella sveglia perchè è tanto che non facco una bella gara dall'inizio alla fine. Oggi è stata dura, sono finito in seconda fila e sarebbe stato meglio partire più avanti: soprattutto per la soddisfazione, poi in gara non cambia tantissimo perchè terzo o quarto non è differente".

In vista della gara di casa, però, Valentino ha ancora lavoro da fare.

"Sarà molto importante la scelta della gomma per tutti. Sia la morbida che la dura hanno vantaggi e svantaggi, bisognerà aspettare anche di vedere che temperature avremo domani".

Dopo tutto il distacco di Rossi non è poi così eccessivo nei confronti dei battistrada.

"Pedrosa e Lorenzo non sono così lontani dal mio ritmo di gara, ma la differenza vera la farà certamente la scelta della gomme, perchè, come a Indianapolis, sembra che Pedrosa possa usare uno pneumatico diverso dagli altri, bisognerà vedere Lorenzo cosa sceglierà di fare. Io ho usato molto la dura che è più costante, la morbida è più veloce ma dura di meno, insomma ci sono tante variabili".

FOTO DI ANDREA RANALLI

{mp3}13gp_misano/rossisabmisano{/mp3}

Articoli che potrebbero interessarti