Tu sei qui

Melandri ha firmato con Yamaha SBK

Quando tutti lo davano in BMW, "macho" firma per i giapponesi

Il comunicato ufficiale dovrebbe arrivare entro domani sera: Marco Melandri correrà il Mondiale Superbike con la Yamaha Sterilgarda. Quando ormai tutti lo davano con la BMW, il ventottenne pilota ravennate ha firmato con la Casa giapponese.

Melandri aveva due offerte molto interessanti da parte di BMW e Yamaha ed alla fine ha optato per la seconda con la quale ha trovato un accordo proprio in occasione del gran premio di San Marino, dove con il suo manager si è incontrato con Lin Jarvis e Laurens Klein Koerkamp. Quest'ultimo arriverà oggi al Nurburgring e dovrebbe dare il via per la comunicazione ufficiale.

Melandri è nato il 7 agosto del 1982 a Ravenna e dopo aver corso (e vinto) nelle minimoto ha debuttato nella 125 1995, vincendo la RS 125 Honda Cup e conquistando il titolo italiano della categoria due anni dopo.

Dopo aver esordito nel mondiale nel gran premio di Brno del 1997, dall'anno dopo partecipa stabilmente al campionato dove vince la gara di Assen diventando a 15 anni e 324 giorni il più giovane vincitore di una gara iridata.

Nel 2000 passa alla 250 dopo aver concluso al secondo posto - distaccato di uno solo punto da Alzamora - il mondiale 125 del 1999. Nel 2002 conquista il titolo mondiale della categoria con l'Aprilia e passa l'anno successivo alla MotoGP correndo per la Yamaha ufficiale e passando poi al team Tech3. Nel 2005 entra nel team Gresini-Honda con il quale vince tra il 2005 e io 2006 cinque gran premi.

Il passaggio nel 2008 alla Ducati coincide con l'inizio della sua crisi sportiva dalla quale potrebbe uscire correndo nella Superbike grazie alla Yamaha M1, considerata una delle più forti moto della concorrenza.

L'arrivo di Melandri crea problemi ad un altro italiano, Michel Fabrizio, visto che difficilmente ci saranno due italiani nella squadra Yamaha-Sterilgarda.

Inoltre - ma questo non è confermato - Marco potrebbe ritrovare in Yamaha chi lo voleva in BMW: Davide Tardozzi, ma c'è il problema di un contratto triennale da sistemare!

 

Articoli che potrebbero interessarti