Tu sei qui

Melandri attacca Loris e Valentino

Il campione di Ravenna ne ha per tutti, e non le manda a dire

Questo di Misano sembra proprio essere il fine settimana di chi non se le manda a dire.

Ieri sera, durante l'evento Dedikato (un appuntamento fisso, oramai, in commemorazione del pilota giapponese Daijiro Kato mancato a Suzuka nel 2003), il pubblico ha assistito ad un pesante scambio di frasi offensive tra Loris Capirossi e Marco Melandri, una polemica gratuita scatenata da quest'ultimo.

Ad una domanda sul suo futuro in Ducati, Loris Capirossi ha risposto che la firma non c'è ancora ma che le possibilità di continuare a correre in Suzuki sono ridotte al lumicino e, di conseguenza,  un contratto con il Team Ducati Pramac sembra davvero essere la soluzione più probabile ed imminente.

“Quando vai a firmare con la Pramac – ha replicato a sorpresa Marco Melandri – mettiti il passamontagna, perché è una rapina!”.

La risposta di Loris non si è fatta attendere.

“Tu stai rosicando perché hai 15 anni meno di me e non ti resta che andare in Superbike”.

Marco Melandri ha ribattuto con un rovescio lungolinea.

“Io vado in Superbike, che è un campionato di serie B, perché non ho più stimoli a correre in MotoGP. In questo mondo in cui la gente viene aiutata a vincere, come è sempre stato fatto per Valentino, io non ho la possibilità di combattere con i primi tre”.

“Certo – ha replicato Capirossi – però se in Superbike non le vinci tutte, hai finito di correre”.

Non c'è che dire, il coefficiente di penetrazione di certe lingue non ha bisogno di ulteriori correzioni in galleria del vento...

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti