Tu sei qui

Pedrosa dà sette decimi a Lorenzo

Lo spagnolo è già velocissimo, dietro di lui Dovi. In difficoltà le Yamaha

Dani Pedrosa inizia a mettere da subito le cose in chiaro a Misano, staccando un tempo da proiettile. Lo spagnolo ha chiuso in 1.34.772, lontano dal record di Stoner, ma più veloce di tutti in pista.

A chi diceva che le Honda non vanno forte, risponde anche Andrea Dovizioso che nel finale sorpassa Jorge Lorenzo, andando a prendersi la seconda posizione. Lo spagnolo della Yamaha è il primo, dunque a soffrire la prestazione delle Honda, prendendo da Pedrosa ben 0.672s.

Valentino ha chiuso con il quarto tempo, il padrone di casa ancora non si scopre, ma siamo certi che anche una seconda fila per lui potrebbe andare bene, qui la differenza la si fa in gara e a Misano sarà difficile sfuggire alle mille motivazioni del "Dottore".

Nelle prove di Misano, sembra poi, che si siano messi d'accordo. Dopo la coppia Pedrosa-Dovizoso, c'è quella Lorenzo-Rossi, seguita dal sodalizio Edwards-Spies, incalzata da Hayden-Stoner. La combinazione 2 Honda, 4 Yamaha e 2 Ducati è quanto mai bizzarra, ma rispecchia i reali valori in campo. La morale è: se non hai una moto ufficiale non sei davanti e per stare in testa dipende da quale usi. In questo caso la Honda.

I nostri piloti, esclusi Dovizioso e Rossi, sono indietro. Melandri è il migliore del team Gresini ed ha chiuso in decima posizione, poi il veterano Loris Capirossi con la Suzuki. Lontano è Marco Simoncelli, che sulla pista a 4 km da casa sua è solo quattordicesimo.

 


Articoli che potrebbero interessarti