Tu sei qui

Rossi a Misano ha il box sotto casa!

Tavullia apre i festeggiamenti per il Gran Premio e onora il team 46

La Yamaha ad Indianapolis ha messo alle strette Jeremy Burgess, il mitico capomeccanico di Valentino Rossi fin dal tempi della Honda, che fino ad ora si è trincerato dietro risposte evasive, per quanto riguarda la sua possibilità di seguire il pesarese alla Ducati. "Geremia", in realtà, ha deciso da tempo e seguirà Vale con tutta la sua squadra.

Ecco il motivo per cui, oggi, a Tavullia, al di là della consueta vena goliardica, Rossi ha onorato la sua squadra contribuendo con la sua M1 alla realizzazione del box in centro città.

Bisogna dire però, ad onor del vero, che anche la casa di Iwata sta facendo la sua parte con il nove volte iridato e ad Indy, dopo le polemiche dopo i test di Brno, l'ambiente in qualche modo è apparso rasserenato. E' infatti avvenuta la precisazione sul "caso" della forcella Ohlins e l'ammissione di Rossi che la Yamaha sta facendo il possibile e che la responsabilità delle ultime, non eccelse, prestazioni, è dipesa unicamente dal suo stato fisico.

L'unica nuvoletta rimasta nel cielo riguarda il famoso test di Valencia, per il quale non c'è ancora l'OK. Ma qualora questo non dovesse arrivare lo si dovrebbe prendere solo come constatazione di quanto la Yamaha tiene in considerazione (e teme) Valentino, come avversario, la prossima stagione.

Ed ora tutti a Misano a tifare per tutti!

 

foto: © Amato Ballante, grazie!

 

Articoli che potrebbero interessarti