Tu sei qui

Vale: Come Fantozzi ho visto S.Pietro

AUDIO "Tra le curva 2 e 3 ho avuto le visioni. Battere Lorenzo? Pazienza e lavoro".

Vale: Come Fantozzi ho visto S.Pietro

Valentino: qui ad Indianapolis, un quarto posto che prepara il GP di San Marino, a Misano. Ed ecco un estratto delle prime dichiarazioni del Campione del Modo, rilasciate ai microfoni di Mediaset subito dopo la gara.

“E' stata una gara positiva. Ho guidato bene, ed abbiamo messo la moto a modo nostro, classico. Ho fatto un po' di fatica, nella parte centrale della gara sono andato molto forte - e la cosa mi fa contento perché altre volte non ero mai riuscito a stare con i primi - poi, finita la benzina (la mia, non quella della moto) ho sofferto tanto il caldo. Quando ho avuto la visione di San Pietro tra le curve due e tre, un po' come come Fantozzi alla partita di calcio, ho pensato che dovevo rallentare un pochettino”.

“Ho avuto anche un problema insolito, perché la moto buttava un forte calore da sotto. Sono arrivato con gli stivali quasi squagliati”.

“Mi manca ancora la forza per guidare al cento per cento tutta la gara, ma ci siamo più vicini. Mi sono concentrato, negli allenamenti, su spalla e gamba, che non fanno più male. Ma a questo punto devo fare un po' di fiato”.

“Misano doveva essere la gara del rientro; ho fatto bene a rientrare prima, ed arrivo in Romagna un po' più in forma, anche se tta una settimana non sarò meglio di come sono ora. Misano è una pista che mi piace e dove la M1 va bene. Invito tutti ad esserci. Cercheremo di fare meglio”.

“E' stato, questo, un weekend importante tecnicamente: quando siamo tornati abbiamo seguito il lavoro fatto dal mio compagno, ma è stato un errore, perché guidiamo in maniera diversa. Siamo adesso tornati alla nostra gestione, mi trovo meglio e guido meglio”.

La prossima volta che dovrò rinnovare un contratto non ne parlerò prima delle ultime gare. Siamo in testa al campionato, Lorenzo lo vincerà, Spies va bene, non c'è tensione, siamo noi che dobbiamo migliorare”.

Battere Lorenzo? Bisogna armarsi di pazienza e tornare forti e competitivi. So guidare, il mio team sa lavorare. Le prossime piste sono piste che mi vengono di solito piuttosto bene. Speriamo sia un po' più fresco”.

“Queste sette gare sono importanti per me, per tornare forte e prepararmi per l'anno prossimo”.

ASCOLTA L'AUDIO DELLA INTERVISTA COMPLETA

{mp3}12GP_indy/rossidomindy{/mp3}

 

Articoli che potrebbero interessarti