Tu sei qui

Hayden rallentato da...una saponetta

Kentucky Kid rallentato dalla perdita della "slider"

Non ha portato fortuna il Gran Premio di casa a Nicky Hayden la cui gara è stata condizionata sin dai primi giri dall’aver perso la “slider” sinistra che protegge il  ginocchio nel momento di massima piega. Il pilota americano ha dovuto guidare in una condizione quasi impossibile ed ha portato comunque a casa un determinatissimo sesto posto.

“Non riesco ancora a crederci, sono delusissimo – ha detto Kentucky Kid - Nei primi giri stavo guidando con attenzione perché la pista con questo gran caldo era davvero molto scivolosa. Al terzo giro ho perso un attimo l’anteriore e con il ginocchio ho colpito un tombino su un cordolo dove si è strappato il velcro che trattiene la slide sinistra. Qui sono quasi tutte curve a sinistra… da quel momento in poi ho guidato in maniera assolutamente precaria, non ho potuto forzare mai e sono arrivato a fine gara con la tuta completamente lacerata. Sono dispiaciuto in maniera incredibile, oggi avevamo il passo per fare una grande gara”.

“Quello che è successo a Nicky è davvero incredibile – ha commentato Vittoriano Guareschi -  Comunque è stato molto bravo a finire la gara in quelle condizioni, e con un buon piazzamento. Mi spiace molto perché era competitivo e abbiamo perso un possibile podio. Casey è scivolato nel momento in cui la gomma che aveva scelto, la dura, cominciava a lavorare al meglio ed infatti stava recuperando bene, ma ha perso l’anteriore. Peccato perché dopo cinque podi di fila qui poteva facilmente ripetersi”.

Casey Stoner che, dopo una partenza non brillante stava recuperando rapidamente terreno e stava per ingaggiare un duello con Valentino Rossi per la sesta posizione, all’ottavo giro ha perso l’anteriore ed è scivolato.

“Sono davvero molto dispiaciuto – ha detto l'australiano -  è stata una scivolata da niente ma comunque una caduta che ci ha eliminato dalla gara. E’ vero che tanti piloti durante il fine settimana sono caduti perdendo l’anteriore ma a me sembrato, per lo meno qui a Indianapolis, di essere tornato ad una situazione simile all’inizio di stagione, perché non siamo mai riusciti ad avere abbastanza carico anteriore nelle curve. E un peccato davvero, perché per il resto eravamo veloci e avevamo il passo per poter fare il podio”.

 

Articoli che potrebbero interessarti