Tu sei qui

Libere MotoGP: Stoner su Lorenzo

Ducati in gran spolvero, Lorenzo prudente, Rossi in difficoltà

Prima gara per la Yamaha, dopo il divorzio da Valentino Rossi e l'annuncio che, a fianco di Lorenzo, nel 2011 correrà Ben Spies. Occhi puntati sul tabellone per controllare, anche con un po' di malignità, la posizione relativa dei quattro che vestono i colori della Casa. Dal box Rosso è però sbucato Casey Stoner. Spalleggiato da Nicky Hayden compagno di squadra, vittima anche di una scivolata, il canguro ha relegato tutti alle proprie spalle. Lorenzo (secondo) probabilmente non ha forzato quanto avrebbe potuto: già ieri aveva anticipato che l'idea di rischiare non gli frulla nemmeno per l'anticamera del cervello, in questo momento.

Rossi ha sofferto di un problema all'anteriore, che lo ha rallentato fino agli ultimi momenti, quando è riuscito a mettere a segno un unico, solitario giro veloce.

Hayden (terzo) e Pedrosa hanno viaggiato più o meno sugli stessi tempi, così come Rossi, Edwards e Dovizioso. Spies è stato condizionato dalla caduta a sei minuti dalla fine, quando si trovava nel secondo segmento del tracciato, e dopo aver fatto segnare, nel primo, il tempo migliore tra tutti. In quel momento aveva il sesto tempo in classifica generale, ed era alla caccia dell'1'40”884 di Stoner.

In fondo al gruppo, nel GP degli acciaccati, Aoyama è riuscito a far meglio di De Puniet, che è sceso in pista rifiutando gli antidolorifici.

Pomeriggio difficile per Capirossi, che è riuscito a lasciarsi alle spalle i due di un soffio appena.

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti