Tu sei qui

Moto2: Elias si avvicina al titolo

Lo spagnolo vince e allunga in campionato. Iannone, soffre ed è terzo

La gara della Moto2 ha visto imporsi il leader della classifica iridata, lo spagnolo Toni Elias, sul giapponese Yuki Takahashi e su Andrea Iannone in terza posizione.

Elias, al suo quarto successo personale nel 2010, ha a lungo lottato con Iannone per la vittoria, ma a pochi giri dalla fine l'italiano si è arreso al giapponese Takahashi, mentre la gara di Roberto Rolfo, che era in bagarre con il trio del podio è finita prima del tempo.

Rolfo è stato costretto al ritiro per la rottura del propulsore della sua moto. Ricordiamo che i motori nella Moto2 sono forniti dall'organizzazione, dunque il team del piemontese non ha colpa alcuna per il ritiro di Rolfo dalla gara. Il pilota e la squadra, di contro possono essere ben arrabbiati con la Geo Technology, che gestisce i propulsori della Moto2, per aver perso l'occasione di salire sul podio o di vincere; un vero peccato.

Stava facendo bene anche Simone Corsi con la Motobi ma dopo la prima metà della gara, il romano ha dovuto accontentarsi dell'ottava piazza. A terra Arne Tode nelle prime batture della gara, non hanno finito la corsa nemmeno Pesek, Teshima con la seconda Motobi, Noyes e la wild card Vostarek.

Dopo la gara di Brno, in testa al mondiale, rimane saldo Toni Elias con 161 punti, mentre sale al secondo posto Andrea Iannone con 106 punti, scende, invece al terzo posto lo svizzero Luthi che è a quota 99. A leggere la classifica, la costanza di Elias lo sta facendo avvicinare al titolo, mentre, anche per i 25 punti persi nel pasticcio di Barcellona, Iannone dovrà faticare molto per rimanere in lotta con lo spagnolo.

Da segnalare, infine la maglietta con il numero 100 indossata da Elias alla fine del Gp. Il numero riguarda i podi conquistati dal Team Gresini e non dal pur bravo spagnolo, che oggi ha girato con una nuova carena, più aerodinamica.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti