Tu sei qui

Rossi a terra, Pedrosa in pole

Rossi cade alla fine del turno, come Lorenzo. Spies in prima fila

Terza pole stagionale per lo spagnolo Dani Pedrosa (Honda) nel turno di prove ufficiali del Gp della Repubblica Ceca.

Il pilota della Honda ha fatto del suo meglio in 1.56.508, superando il sorprendente Ben Spies di 0.338s. L'americano con la Yamaha satellite ha dimostrato di essere molto efficace sulla pista di Brno, una di quelle che conosce, avendo corso qui in Superbike lo scorso anno. Spies, comunque, è stato costante; probabilmente le Yamaha private, viste anche le prestazioni del "vecchio" Edwards, hanno qualcosa in più rispetto al passato e sembrano più vicine alle M1 ufficiali. Non può essere un caso che tutti e due i piloti Tech3 siano così efficaci!

Completa la prima fila Jorge Lorenzo (Yamaha), con il tempo 1.58.865. Lo spagnolo leader del mondiale è finito a terra a pochi minuti dall'esposizione della bandiera a scacchi e, nel botto, ha parcheggiato la sua Yamaha sopra le gomme di protezione della pista. Per lui una messa a punto non ideale è stata la complice della spettacolare caduta mentre adesso, nel box, si cerca di capire se il motore della M1 N°99 sia a posto per essere utilizzato in gara.

Una scivolata anche per Valentino Rossi che ha perso l'aderenza all'anteriore e non è riuscito a controllare la sua Yamaha. Nessuna conseguenza fisica per Valentino, ancora convalescente.

Il nove volte campione del mondo è sembrato molto contrariato dalla caduta, avvenuta pochi secondi prima della fine del turno di prove ufficiali.

"Ho fatto una scivolatina banale - ha detto Vale a Italia Uno - Cercavo di fare una curva il più forte possibile, arrotondando la curva. Forse ho esagerato. Poi ero molto arrabbiato perchè avevo il potenziale per la pole. Ero partito forte, ma sapevo che potevo andare più forte, ero arrabbiato per quello, potevo arrivare se non alla pole di Pedrosa, li vicino. A parte questo stupido errore abbiamo lavorato bene. A parte stamattina che pioveva sono dovuto stare abbottonato. Dobbiamo sistemare qualcosa all'anteriore ma siamo a posto per domani".

Rossi ha chiuso la sua qualifica con il quinto tempo, alle spalle di Casey Stoner e scatterà domani dalla seconda fila. Sesto tempo per Andrea Dovizioso (Honda), 10° tempo per Loris Capirossi (Suzuki), 12° Simoncelli protagonista di una caduta con la sua Honda nei primi giri. Lontani dai primi Marco Melandri (Honda), 14° e Alex De Angelis (Honda) 16°.

A terra anche Hector Barberà con la sua Ducati gialla, mentre Alvaro Bautista non ha preso parte alle qualifiche. Lo spagnolo è ancora all'ospedale di Brno, dove la Tac ha escluso la lesione alla schiena che si temeva, dopo la caduta di questa mattina. L'ex campione della 125 sarà di nuovo in pista a Indianapolis.

 

Articoli che potrebbero interessarti