Tu sei qui

Ciao Mario Galeotti, ci mancherai

E' mancato uno dei migliori tecnici del motomondiale, con lui hanno vinto i grandi

In questo giorno triste per tutti gli appassionati di motociclismo se ne è andato Mario Galeotti, uno dei tecnici più stimati del circo delle due ruote. Mario ha lavorato con grandissimi campioni, dall'esordiente Loris Capirossi a Max Biaggi (era con Kanemoto nel 1997), passando per Manuel Poggiali e Alex Barros e, da ultimo, con la KTM con Mika Kallio.

Galeotti non era uno dei tanti capi-meccanico, era IL capomeccanico. Uno della vecchia scuola, le cui radici affondavano nel motociclismo dei primi anni '70.Benelli,  Morbidelli, MBA, per lui di Urbino, erano senza segreti, perché nel cuore ha sempre avuto gli amati motori a due tempi, 125 e 250 soprattutto, che era capace di far cantare come pochi.

All'inizio degli anni '70 ebbe la fortuna di incontrare nientemeno che Jarno Saarinen che, grato per i suoi servigi, gli regalò il suo casco. Un casco che Mario, invece di tenere come una reliqua, indosavva regolarmente tutti i giorni quando andava in moto in motorino. Salvo pentirsene, anni dopo, quando il prezioso elmo fu consunto dall'uso.

Galeotti se ne è andato dopo una lunga malattia che non lo ha fatto dimenticare dal paddock, la sua città adottiva.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti