Tu sei qui

News Prodotto, La Myers sulla Suzuki a Valencia

Elena, la ragazza-prodigio americana guiderà la GSV-R a fine anno

La Suzuki è il brutto anatroccolo della MotoGP e, in un certo senso, prende in giro l'intera comunità degli appassionati per due motivi: non investe né nella Superbike, dove con Leon Haslam è in lotta per il titolo, né nella classe regina dove recentemente ha chiesto l'elemosina di tre motori in più per evitare l'onta della partenza dai box.

Ciononostante il team manager, Paul Denning, ogni tanto ne spara fuori una divertente, come quella di far provare la sedicenne Elena Myers a Valencia, nei test post-campionato.

Elena, per chi non lo sapesse, è la prima ragazza motociclista a vincere una gara AMA Pro Racing su pista nella storia del motociclismo USA (Gara 1 dell’AMA SuperSport all’Infineon Raceway di Sonoma), e sembra proprio che abbia del talento, visto che ha messo dietro un sacco di agguerriti maschietti.

In visita ai box di Laguna Seca la Myers ha incontrato Loris Capirossi nei box, ed è salita sulla sua moto. Poi, mentre familiarizzava con i comandi, da fermo, Denning gli ha fatto la...proposta indecente: “Elena, ti va di provare la GSV-R a Valencia?”.

“E' stato scioccante – ha confessato la Myers a crash.netma poiché è lì che voglio arrivare, in MotoGP, ciò mi convincerà ancora di più ad insistere, mi motiverà ulteriormente. A Laguna Loris mi ha fatto giocare col comando del gas, a motore acceso: la rapidità che ha la GSV-R a salire di giri è quella di una 125. Capirossi è stato gentilissimo con me, ero già una sua fan, ma dopo averci parlato lo ammiro ancora di più”.

Elena, comunque, non farà un vero test, ma guiderà la moto solo per qualche giro. Per la Suzuki, a caccia di piloti (e di promozione) è comunque una bella mossa. In attesa di avere un “sì”, ben più importante, da Randy De Puniet o Toni Elias...

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti