Tu sei qui

News Prodotto, Sette britannici nei primi dieci

Jonathan Rea guida la pattuglia UK. Biaggi studia la pista rinnovata

L'aria di casa fa bene ai britannici che occupano i primi posti delle prime prove libere disputatesi in orario - dopo il rinvio della Superstock - sul circuito di Silverstone.

Migliore al termine dell'ora di prove è risultato Jonathan Rea che ha inflitto poco meno di due decimi al ritrovato James Toseland che alla ricerca di un manubrio per il 2011 ha ritrovato - almeno in questa sessione - la sua verve.

Più di sei decimi sono invece il distacco di Leon Haslam da Rea, seguito da Crutchlow e Corser, quest'ultimo reduce dalla caduta che gli ha impedito di gareggiare a Brno. L'australiano sembra aver recuperato bene tanto da precedere i due piloti dell'Althea Racing, Byrne e Checa che hanno fatto meglio degli ufficiali Haga (10°) e Fabrizio (13°).

Correre a Silverstone ha dato, come dicevamo, una nuova carica ai britannici come dimostrano l'ottavo tempo di Camier ma soprattutto il nono di Sykes, anche lui alla ricerca di una nuova guida.

Luca Scassa è, al momento, il migliore degli italiani con la Ducati-Supersonic, undicesimo davanti a Jakub Smrz alla seconda uscita con l'Aprilia-B&G Pata.

Tredicesimo tempo per Michel Fabrizio, mentre Max Biaggi - che sta studiando il percorso - è diciottesimo preceduto anche da Lorenzo Lanzi.

Le temute "wild card" non hanno spaventato più di tanto, visto che Brookes è 15° seguito da Kiyonari (21°) e Bridewell (23°). In linea con i "sostituiti" giapponese - MotoGP insegna - l'icona Yanagawa che chiude la lista dei tempi a quasi sette secondi dal leader...

Alle 15,45 inglesi (16,45 italiane) la prima delle sessioni di qualifica.

 


I TEMPI DELLE PRIME LIBERE

1     65    Rea J. (GBR)    Honda CBR1000RR    2'06.927

2     52    Toseland J. (GBR)    Yamaha YZF R1    2'07.104

3     91    Haslam L. (GBR)    Suzuki GSX-R1000    2'07.542

4     35    Crutchlow C. (GBR)    Yamaha YZF R1    2'07.645

5     11    Corser T. (AUS)    BMW S1000 RR    2'07.689

6     67    Byrne S. (GBR)    Ducati 1098R    2'07.928

7      7    Checa C. (ESP)    Ducati 1098R    2'08.018

8      2    Camier L. (GBR)    Aprilia RSV4 Factory    2'08.119

9     66    Sykes T. (GBR)    Kawasaki ZX 10R    2'08.259

10     41    Haga N. (JPN)    Ducati 1098R    2'08.314

11     99    Scassa L. (ITA)    Ducati 1098R    2'08.327

12     96    Smrz J. (CZE)    Aprilia RSV4 Factory    2'08.379

13     84    Fabrizio M. (ITA)    Ducati 1098R    2'08.587

14     76    Neukirchner M. (GER)    Honda CBR1000RR    2'08.606

15     25    Brookes J. (AUS)    Honda CBR1000RR    2'09.060

16     57    Lanzi L. (ITA)    Ducati 1098R    2'09.250

17     50    Guintoli S. (FRA)    Suzuki GSX-R1000    2'09.279

18      3    Biaggi M. (ITA)    Aprilia RSV4 Factory    2'09.287

19     23    Parkes B. (AUS)    Honda CBR1000RR    2'09.585

20    111    Xaus R. (ESP)    BMW S1000 RR    2'09.649

21      8    Kiyonari R. (JPN)    Honda CBR1000RR    2'10.069

22     95    Hayden R. (USA)    Kawasaki ZX 10R    2'10.755

23     46    Bridewell T. (GBR)    Honda CBR1000RR    2'11.232

24     15    Baiocco M. (ITA)    Kawasaki ZX 10R    2'12.725

25     87    Yanagawa A. (JPN)    Kawasaki ZX 10R    2'13.765

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti