Tu sei qui

News Prodotto, Incerta la BMW Superbike italiana

A settembre la decisione per il salto di categoria del team dominatore della STK

Vincere sei gare su sei è un curriculum senza dubbio importante ed è naturale che il BMW Motorrad Italia Superstock team, che sta letteralmente dominando con Ayrton Badovini la FIM Cup Superstock 1000 aspiri al salto di categoria, visti anche i risultati incoraggianti della Casa madre.

Dopo le prime importanti affermazioni, la squadra guidata da Serafino Foti, diretta emanazione della filiale italiana della Casa tedesca, ha iniziato ad analizzare l'ipotesi del passaggio in Superbike.

I vertici della BMW Italia hanno avuto nelle scorse settimane un incontro a Monaco per discutere, appunto, di questa opportunità. In questo momento di crisi economica, non sembra che il problema budget sia il principale - voci danno come avanzati i contatti con sponsor prestigiosi che entrerebbero per la prima volta nel mondo della moto - quanto quello tecnico.

Il salto di categoria porterebbe alla costituzione di una squadra di due piloti (uno dei quali potrebbe essere Badovini) che nascerebbe soltanto in presenza di un supporto della BMW Motorrad. Ma, come ha più volte dichiarato a GPone.com Davide Tardozzi, a Monaco stanno ancora valutando la possibilità di creare una struttura che possa assistere ai massimi livelli gli eventuali clienti.

Nel caso in cui fosse varata la squadra Superbike, la BMW Italia lascerebbe la Superstock. In caso contrario il team potrebbe avvalersi anche di un pilota straniero da affiancare ad un italiano per continuare nella serie vittoriosa in questa categoria.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti