Tu sei qui

Stoner: ho commesso troppi errori

L'australiano rallentato dai soliti problemi di avantreno. Sfuma la lotta con Lorenzo

In prova era parso in grado di dare del filo da torcere a Jorge Lorenzo, Casey Stoner, ma in gara l'australiano è stato leggermente inferiore alle aspettative, ottenendo un secondo posto. Nicky Hayden, invece, ha avuto la soddisfazione di essere il miglior americano al traguardo con il quinto posto.

Stoner, scattato bene dalla prima fila, ha fatto registrare il nuovo record della pista mentre era secondo alle spalle di Pedrosa. Poi un “lungo” al quinto giro ha lasciato spazio a Lorenzo. Hayden invece negli ultimi giri ha recuperato quasi due secondi su Rossi e Dovizioso, che lottavano per il terzo posto, senza però riuscire ad inserirsi nel duello.

“La moto in partenza andava molto bene ma su questa pista c’è sempre bisogno di almeno un giro e mezzo prima che le gomme entrino in temperatura – ha spiegato Stoner, che ha proseguito - Appena hanno iniziato a lavorare bene ho pensato di attaccare Dani ma ho immediatamente rischiato di perdere l’anteriore. Ho cercato di recuperare e riavvicinarmi ma ho fatto un piccolo errore e poi, dopo un paio di giri, mi si è nuovamente “chiuso” il davanti e sono andato lungo, quasi fuori pista. A questo punto ho deciso di guidare più pulito possibile cercando di non perdere troppo dai due davanti. E’ un peccato perché ero a posto in quasi tutta la pista e avevo problemi solo in un paio di sezioni”.

“Quando ho provato la partenza nel warm-up ho avuto un piccolo problema che si è ripresentato  in gara ma, a parte questo, penso che oggi abbiamo fatto davvero il massimo – è stata invece la considerazione di Hayden - Negli ultimi giri ho provato di tutto per ricucire il gap che avevo da Rossi e Dovizioso e per provare ad inserirmi tra loro o essere pronto nel caso commettessero un errore. Ho spinto più che potevo ma non è stato abbastanza. In altre occasioni qui a Laguna mi sono divertito di più ma, se tutto va bene, la prossima volta torneremo per vincere, questo è l’obiettivo”.

Articoli che potrebbero interessarti