Tu sei qui

News Prodotto, Lorenzo vola a Laguna. Rossi 6°

"Porfuera" vince la battaglia della pole con Stoner. Rossi 6° tempo

E' filato tutto liscio il turno di qualifica nel circuito più corto del lotto, salvo una innocuo fuoripista per Roger Lee Hayden al cavatappi, al suo 11° giro e una scivolata di Kallio, sullo sventolare della bandiera a scacchi.

Su un manto stradale  dalla temperatura superiore di 14° centigradi rispetto a questa mattina, la griglia di domani si è decisa senza inaspettati colpi di scena, a parte il tempo incredibile fatto registrare da Jorge Lorenzo con gomma morbida.

Non ci credevano i suoi meccanici quando Jorge è sfrecciato fermando il cronometro sull'1.20.978, distaccando un velocissimo Casey Stoner di 191 millesimi e centrando la quinta pole consecutiva della stagione.

Vuole vincere l'ispanico, a tutti i costi: è già sufficientemente pesante, per lui correre il rischio di vincere un mondiale nel quale non ha potuto battagliare contro Valentino Rossi; portarsi a casa Laguna Seca, sulla quale non ha mai vinto, “aiuterebbe il morale”.

Una pole che sarebbe stata molto importante per Casey Stoner, costretto ad accontentarsi di partire in seconda posizione. L'australiano ha bisogno di trovare quella vittoria che quest'anno non è ancora arrivata e, chissà, forse anche riscattarsi per quel famoso sorpasso al cavatappi, subito da Valentino nel 2008.  Dovrà fare una buona partenza domani e cercare di contrastare in ogni modo Jorge Lorenzo, ma soprattutto capire che tipo di gomma montare per la gara, considerando che il tempone di 1.21.169 lui l'ha fatto con la gomma dura.

Ottima la prestazione di Andrea Dovizioso, che è stato in forma per tutto il fine settimana fino al conseguimento della terza posizione in griglia schiaffando in seconda fila il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, che aprirà la seconda fila partendo dalla quarta casella.

Il texano Ben Spies con gomme morbide si è piazzato nella quinta casella di partenza, al fianco di un Valentino Rossi, sesto, che ha accusato problemi di set up e fisici.

Probabilmente, una volta terminata l'adrenalina  per il burrascoso rientro dall'infortunio, il Re di Tavullia ha iniziato a pagare le conseguenze di tanti sforzi.
Dalla settima posizione partirà invece Nicky Hayden e dietro di lui Colin Edwards, ottavo. Buona la prestazione in qualifica di Marco Simoncelli alla sua seconda volta sul tracciato californiano, che ha chiuso il turno in nona posizione aiutato, forse, dal nuovo pacchetto di elettronica arrivato dalla Honda per l'occasione.
Undicesimo posto per Marco Melandri che ha utilizzato un nuovo set in carbonio, ma che non ha ancora deciso quale utilizzare dei due telai che ha a disposizione.


Per Capirossi una deludente partenza dalla dodicesima posizione; De Angels sedicesimo, ma per lui è ancora apprendistato.
La nona competizione del mondiale, domani, si disputerà alla stessa ora del turno di qualifiche e, visti gli sbalzi importanti di temperatura e la quantità di giri da effettuare (32) non sarà facile la scelta delle gomme. La Bridgestone qui ha portato le gomme asimmetriche e tutti i piloti hanno dichiarato di sentire molto più feeling sul lato destro che è quello che, data la discrepanza del numero di curve (4 a destra e 7 a sinistra), tendono a raffreddarsi mettendo a rischio l'incolumità dei piloti.


Temperature:25° aria, 47° asfalto


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti