Tu sei qui

Pernat: "Rossi voleva battere Lorenzo"

AUDIO Per il manager dietro il ritorno di Valentino al Sachsenring si nascondeva un segreto

Pernat: "Rossi voleva battere Lorenzo"

Carlo Pernat, come al solito non si nasconde dietro un dito e senza mezzi termini svela quello che era l'obiettivo di Rossi con il suo rientro: battere (l'odiato) Jorge Lorenzo.

Secondo il manager genovese Valentino ci proverà ancora, anche se ciò significa mettere a repentaglio il titolo della Yamaha.

“Diciamoci un po' tutta la verità una volta per tutto. Valentino è rientrato per mettere dietro Lorenzo. Era il suo obiettivo numero uno, battere Jorge, non vincere il Gran Premio – ha tagliato corto Carlo Pernat, che ha proseguito -  Alla fine di questa situazione ne ha goduto Pedrosa, che potrebbe essere il terzo che gode per il mondiale perché la Honda è finalmente competitiva. Se in HRC non commetteranno gli errori del passato e si concentreranno su ciò che hanno saranno rivali insidiosi”.

Per il manager, famoso per i suoi giudizi trincianti.

“Il campionato nelle prossime nove gare sarà bellissimo, proprio per questa situazione ad alta tensione”.

C'è anche una osservazione sulla politica della Dorna, che ormai vede il numero dei partenti della MotoGp ridotti sotto la linea di galleggiamento della categoria.

“Ci sono anche troppe cadute – conclude Carletto – al Sachsenring è andato in terra Espargarò, De Puniet, Bautista, la Dorna deve mettersi in testa di arrivare a 24 piloti, anche se lo spettacolo lo fanno i primi quattro”.


Ascoltate l'audio completo dell'intervista.

{mp3}09GP_GERMANY/pernat{/mp3}

Articoli che potrebbero interessarti