Tu sei qui

Lorenzo non espugna il Sachsenring

AUDIO - Il leader della classifica non riesce a vincere in Germania. Buono il secondo posto

Lorenzo non espugna il Sachsenring

Nel Gp di Germania, Lorenzo ha preferito usare la moto "Mantequilla" (burro) per essere più delicato e meno brusco nell'affrontare una gara mai gradita. "El Martillo", quindi è rimasto al box ed è stato meglio così.

La pista del Sachsenring non è mai piaciuta a Lorenzo che comunque con il suo podio è riuscito benissimo a limitare i potenziali danni e il ritorno di Rossi.

Il maiorchiono è sempre di più leader della classifica generale, i suoi 165 punti lo mettono in condizone di essere abbastanza tranquillo. In effetti Lorenzo è il solo pilota della Motogp ad avere un ruolino di marcia quasi perfetto. Con tre secondi posti e sei vittorie in archivio, ha fatto meglio di qualunque altro.

Il solo rammarico della Germania per Lorenzo è quello di non essere stato capace di bissare la bella partenza e la fuga della prima gara, poi fermata per l'incidente di De Puniet, Espargarò e Bautista.

"E’ sempre difficile quando una gara è divisa in questo modo e credo di non essere andato altrettanto bene nella seconda parte della corsa come mi sentivo che avrei fatto nella prima. Dani è stato molto, molto forte ed io ero al limite cercando di rimanere in testa. Quando mi ha superato ho cercato brevemente di rimanere con lui, ma era molto più veloce di me oggi e avrei dovuto prendere un sacco di rischi per rimanere con lui;  la cosa più saggia da fare è stata finire secondo e prendere 20 punti per il campionato. Sono felice perché non mi è mai piaciuto molto questa pista e ora vi ho fatto due secondi posti per due anni di fila. Ora andiamo a Laguna e sono molto entusiasta di correre lì di nuovo ".

{mp3}09GP_GERMANYlorenzodomger{/mp3}


Articoli che potrebbero interessarti