Tu sei qui

News Prodotto, MotoGP, Rossi lotta ma è quarto

Vince Pedrosa su Lorenzo. Stoner vince la volata con Vale

Il GP di Germania non è mancato di emozioni nelle due gare della classe Motogp. Il ritorno di Valentino Rossi è stato oltre ogni aspettativa, ma in linea con quanto dichiarato dal nove volte campione del mondo, che prima della gara aveva sempre detto: "Punto a entrare nei primi cinque".

Solo su una cosa aveva torto: "Non ho il passo dei primi tre".

Peccato che quel passo Rossi ce l'avesse e come. Sbarazzatosi prestissimo di Simoncelli, Dovizioso e Hayden, Valentino ha messo nel suo mirino il codino rosso della Ducati di Stoner, mettendosi a girare sui tempi di Lorenzo, che era in seconda posizione.

Pedrosa, nel frattempo pensava a mettere da parte del margine, buono per l'impennata davanti alla bandiera a scacchi. Lorenzo, che al Sachsenring in Motogp non riesce a fare più del secondo posto, si accontenta della posizione, mentre Rossi, che non è uno che parzializza, iniziava una lotta con Stoner a suon di staccate violente, alla faccia di una gamba non ancora rimessa in ordine e di una spalla dolorante.

Stoner, però, non ha avuto timori reverenziali nei confronti di Valentino, trattandolo, anzi, come un pilota in piena forma. Le staccate fatte dall'australiano hanno fatto allargare più volte la trairttoria a Rossi, anche nell'ultima curva.

"Non sono mai stato così contento per un quarto posto - ha commentato Valentino - ho fatto una grande battaglia con Stoner. Dopo il traguardo ho fatto finta di essermi arrabbiato con lui, come fece Casey a Laguna...lui al posto mio avrebbe frignato, poi però gli ho fatto capire che scherzavo".

Rossi, dunque, è pronto per Laguna Seca.

"Domenica prossima correrò per il podio perché il circuito americano mi è sempre piaciuto. Io adoro le gare come questa, la bagarre, il contatto".

Insomma, la notizia di questa gara è il ritorno di Valentino, ma ci sono anche i 3 piloti che gli sono arrivati davanti che hanno fatto crescere di molto la loro fiducia in loro stessi. Nel passato, infatti,  la sola presenza di Rossi in pista bastava a rallentarli. Bentornato Rossi ma ci sono anche tre mastini nel recinto della Motogp.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti