Tu sei qui

Quarta pole consecutiva per Lorenzo

AUDIO - Jorge è uno schiacciasassi, tanto che anche la sua M1 non gli resiste

Lorenzo è stato stuzzicato ieri da Rossi e lui ha i suoi modi per rispondere. Dopo essere stato visibilmente poco contento della battuta del compagno di squadra, il maiorchino ha pensato bene di mettere a segno la quarta pole consecutiva della stagioe, mettendo a tacere chi diceva che il Sachsenring non è un circuito adatto a lui.

Ma Lorenzo nel turno di prove ufficiali ha fatto notizia non solo per essere stato il più veloce. La sua M1 in pieno rettilineo si è ammutolita, sputando fiamme dalla carena e olio sull'asfalto. Sul viscido sparso dalla Yamaha dello spagnolo sono caduti Ben Spies e Randy de Puniet. Il francese si è crinato un osso della caviglia, non è grave e domani potrà correre.

"Da quando è stata introdotta la nuova regola - ha detto Lorenzo - tutti abbiamo pensato che questi motori non avrebbero avuto problemi ed è stata onestamente una sorpresa per me, oggi, quando sono arrivato sul rettilineo e l'ho sentito fermarsi! Ho sentito improvvisamente un grande calore e ho visto olio sullo stivale, così mi sono spostato verso il muretto. Mi dispiace che Ben e Randy siano caduti e soprattutto che Randy sia rimasto leggermente ferito, è una buona notizia che sarà in grado di correre domani. Questa pole position è stata molto difficile perché Casey e Dani sono stati molto veloci, ho dovuto spingere al massimo e guidare veramente bene. Ben fatto al mio team perché abbiamo migliorato veramente molto da ieri e adesso non vedo l'ora di correre domani".

{mp3}09gp_germany/lorenzosabger{/mp3}

Articoli che potrebbero interessarti