Tu sei qui

News Prodotto, Rossi è arrivato in Germania

Il fuoriclasse sarà in pista, ma manca l'ultimo ok

SACHSENRING - Valentino Rossi è arrivato in pista al Sachsenring. Il suo motorhome è stato parcheggiato. Basterebbe questo a far dire che il nove volte campione del mondo correrà, ma per essere proprio sicuri è arrivato anche un comunicato della Yamaha.

"Sono veramente eccitato perchè i dottori hanno detto che potrò gareggiare - ha detto Rossi - domani vedrò il medico responsabile del circuito così avremo la conferma definitiva per il Gp. Le prove con la R1 sono andate bene, ma so che con la M1 sarà un'altra cosa e potrebbe essere dura per me, ma mi manca troppo la mia moto e il mio team e io voglio provare. Non vedo l'ora di ritrovare tutti nel paddock, anche perchè di stare a casa mi ero stancato. Wataru Yoshikawa, comunque sarà in circuito, così, se ci fossero problemi, correrà lui al posto mio".

Manca l'ok definitivo, ma le intenzioni sono le migliori. Se il medico del circuito deciderà che Rossi non è in grado di correre, Valentino ritenterà sicuramente in America a Laguna Seca. Certo è che la pista del Sachsenring non è proprio semplice, ma la caparbietà di Rossi è ammirevole considerando la gravità del suo incidente.

La lesione che ha impedito a Rossi di fare 4 gare è stata causata da un "high side" alle curve Biondetti nel circuito del Mugello nel secondo turno di prove libere del Gp d'Italia. Nella violenta caduta, Valentino, soccorso sul posto dal dott. Giannicola Lucidi del centro medico del circuito toscano, aveva riportato la frattura esposta e scomposta di tibia e perone della gamba destra.

Dopo circa 7 giorni di ricovero presso il CTO di Firenze, il nove volte campione del mondo, ha proseguito le terapie riabilitative presso l'ospedale di Pesaro, assistito dal Dott. Porcellini. In un primo monento non si parlava di un rientro in pista prima di 6/8 gare, se il medico responsabile del Gp di Germania darà il suo "via libera", Rossi avrà dimezzato i tempi di recupero.

Purtroppo, però, Rossi non potrà lottare per il campionato contro il suo compagno di squadra, lo spagnolo Jorge Lorenzo che comanda la classifica con 165 punti, 104 di vantaggio su Valentino.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti