Tu sei qui

News Prodotto, Bridgestone con le asimmetriche

La casa giapponese alle prese con una delle piste più dure per le gomme

Il Gran Premio di Germania, ottavo appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGP in programma domenica 18 luglio sul tracciato del Sachsenring, si preannuncia particolarmente impegnativo per i pneumatici Bridgestone in termini di temperatura e di durata.

Il tracciato, stretto, tortuoso da percorrere in senso anti-orario, è il secondo più corto tra quelli inseriti in calendario e presenta un manto stradale particolarmente abrasivo che genera un’elevata temperatura e usura dei pneumatici. La pista, lunga 3.671 metri, presenta prevalentemente curve a sinistra lunghe e veloci. Per affrontarle è quindi necessaria una mescola più dura per la spalla sinistra del pneumatico rispetto alla spalla destra. La mescola più dura sul lato sinistro aumenta la durata del pneumatico mentre la mescola più morbida sul lato destro migliora l’aderenza con un range di temperature più basse. Il Sachsenring presenta alla partenza due curve lente a destra e successivamente una serie di curve veloci a sinistra che portano al rettilineo finale, interrotte solo dalla veloce curva Dodici. Ci sono dieci curve a sinistra e solo quattro curve a destra e la differenza di temperatura tra le spalle comporta l’utilizzo dei pneumatici asimmetrici al posteriore.

La pista del Sachsenring è particolarmente impegnativa per il pneumatico anteriore e per questo motivo la Casa giapponese ha selezionato la tipologia di pneumatico con mescola dura ed extra dura. La mescola extra dura per l’anteriore è stata precedentemente utilizzata in occasione del Gran Premio del Qatar e sarà nuovamente impiegata sui tracciati di Brno e di Sepang. Anche se spesso in passato le condizioni atmosferiche sul tracciato tedesco condizionarono lo svolgimento della gara, nella scorsa edizione il Gran Premio si disputò in condizioni di asciutto. Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team) vinse davanti al compagno di scuderia Jorge Lorenzo e a Dani Pedrosa (Honda Repsol). Quest’ultimo stabilì il nuovo record sul giro con pneumatici Bridgestone, con un tempo inferiore di quasi un secondo rispetto al precedente record del 2007.

“Lo scorso anno in occasione del Gran Premio di Germania abbiamo assistito a diverse lotte serrate per le prime posizioni - ha detto Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport - quindi speriamo anche quest’anno di assistere ad una gara emozionante. A questo punto della stagione Jorge e il team Fiat Yamaha stanno dimostrando la loro supremazia e saranno ancora una volta i protagonisti da battere, ma anche Dani e Casey stanno andando molto bene, così come Andrea e Ben. E’ stato bello vedere una buona gara in Catalunya anche da parte di Loris e di Alvaro. Nelle ultime tre edizioni al Sachsenring ci sono stati tre diversi vincitori, quindi speriamo di assistere ad un’altra gara emozionante, magari con un nuovo vincitore!”.

“Il tracciato del Sachsenring si affronta in senso anti-orario e presenta un’ampia varietà di lunghe curve a sinistra che generano un’elevata temperatura sulla spalla sinistra del pneumatico - ha aggiunto Tohru Ubukata, Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport -  Per affrontare questa tipologia di curve abbiamo selezionato i nostri pneumatici slick asimmetrici che presentano una mescola più dura nella spalla sinistra del pneumatico posteriore e una mescola morbida per la spalla destra che garantisce un buon riscaldamento e feeling di guida nelle quattro curve a destra. Lo scorso anno abbiamo assistito a differenti opzioni di strategie e sia la mescola dura sia quella extra dura sono state performanti. Su questo tracciato sia i pneumatici anteriori sia quelli posteriori sono particolarmente sollecitati, quindi fondamentale sarà la durata sull’intera distanza di gara”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti